Home Cronaca ACQUEDOTTO PUGLIESE LICENZIA DUE OPERAI, IL COMMENTO DEL SINDACO MELLONE

ACQUEDOTTO PUGLIESE LICENZIA DUE OPERAI, IL COMMENTO DEL SINDACO MELLONE

ramundo
ARTE ORAFA
materassi
toma casa
andreina
new pergola_pergola
banner fiorentino
neretum
lavaggio cani
555
sd arreda

“Oggi sono amareggiato perché ho appreso una notizia veramente sgradevole, che riguarda due operai neretini della ditta Tundo, licenziati nelle scorse ore. Probabilmente le motivazioni del licenziamento saranno oggetto di un giudizio davanti al giudice del lavoro, ma da Sindaco e da amministratore ne parlo perché questa vicenda ha un risvolto pubblico che bisognerà approfondire e indagare”. Così il sindaco Pippi Mellone commenta la notizia del licenziamento di due operai da parte di una ditta che lavora anche con Acquedotto Pugliese, su cui chiederà verifiche alla stessa Aqp.

“Questa impresa – continua – svolge un servizio per conto di una stazione appaltante importante, Acquedotto Pugliese, che lavora a servizio dei cittadini. Licenziare padri di famiglia – soprattutto in questa fase storica – è una scelta pesante, da valutare più e più volte.  Quindi chiederò alla stazione appaltante di verificare cosa stia succedendo, anche per capire quali ragioni abbiano portato a questa scelta, peraltro a ridosso di un susseguirsi di interruzioni, guasti e perdite, ovvero in un momento in cui i servizi hanno bisogno di essere potenziati e migliorati. Faccio appello al presidente del Consiglio di Amministrazione Domenico Laforgia e alla Direttrice Generale Francesca Portincasa, affinché intervengano e verifichino se tutto procede nel pieno rispetto del contratto e dei doveri della ditta, che in quanto fornitore di Aqp, opera in un settore strategico per il benessere dei cittadini”.

Articolo precedenteDOMANI IN DIRETTA LA TAVOLA ROTONDA ECUMENICA IN OCCASIONE DELLA SETTIMANA DI PREGHIERA PER L’UNITÀ DEI CRISTIANI
Articolo successivoQUARTA PARETE – GLI STUDENTI DEL “GALILEI” PORTANO IN SCENA MEMORIA