Home Spettacolo&Cultura IMMAGINI MUSICALI – L’OMAGGIO A MORRICONE E ALLE GRANDI COLONNE SONORE

IMMAGINI MUSICALI – L’OMAGGIO A MORRICONE E ALLE GRANDI COLONNE SONORE

inglese
ramundo
ARTE ORAFA
ramundo 2
materassi
toma casa
andreina
new pergola_pergola
banner fiorentino
inglese
neretum

Un omaggio al compianto Ennio Morricone e un “viaggio” musicale attraverso le storiche colonne sonore del cinema italiano e internazionale. Questo e altro è Immagini Musicali, in programma domenica 21 agosto alle ore 21 in piazza Salandra.

Un progetto culturale impreziosito dalla presenza di alcuni musicisti che hanno collaborato con Ennio Morricone nei concerti e nelle registrazioni in studio. Sul palco, infatti, ci sarà il maestro Pierluigi Pietroniro, per molti anni attivo tra i primi violini di Morricone, che racconterà la musica del maestro e non solo. Oltre a lui, il maestro Salvatore Casaluce, neretino, che ha collaborato nell’Orchestra Roma Sinfonietta con Ennio Morricone (dal quale ha ricevuto una lettera di apprezzamento artistico per il suo lavoro di compositore e chitarrista). Con loro anche il Salento Cinema Ensemble, un gruppo di musicisti fondato da Casaluce, e un quintetto d’archi: Giorgia Santoro (flauto), Emanuele Coluccia (sax), Stefano Rielli (basso), Paolo Colazzo (batteria), Maurizio Lillo (violino), Gianpio Mazzotta (viola), Anna Carla Del Prete (violoncello), Maurizio Ria (contrabbasso). Sarà un’esperienza sensoriale ed emotiva unica da parte dell’ascoltatore che avrà modo di godere ed apprezzare un po’ più da “vicino” la straordinaria poetica dell’opera del maestro Ennio Morricone.

Di seguito le biografie di Pierlugi Pietroniro e Salvatore Casaluce.

Pierluigi Pietroniro si diploma in violino nel 1989 presso il Conservatorio Santa Cecilia a Roma e si perfeziona successivamente con docenti della Scuola Russa quali Vernikov e Beilina. Ma già dal 1984, dopo esperienze con orchestre giovanili europee, inizia a collaborare con le maggiori istituzioni romane (Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, Orchestra Sinfonica della Rai, Orchestra del Teatro dell’Opera), con l’Orchestra del Teatro San Carlo di Napoli, con l’Orchestra Sinfonica Nazionale Rai a Torino e con ensembles da camera di prestigio internazionale (I Virtuosi di Santa Cecilia, I Filarmonici di Roma, I Cameristi Italiani, ecc.), partecipando a tournée in Europa, Medio Oriente e America. Nel 1985 è tra i fortunati giovani strumentisti del Conservatorio Santa Cecilia di Roma diretti dal maestro Herbert von Karajan nella Basilica di San Pietro in Vaticano. Nel 1990 fonda la Camerata delle Arti di Roma con la quale (anche in veste di I violino) crea, produce e realizza, fino al 2000, stagioni musicali a Roma. Dal 2001, alternando i ruoli di “spalla”, “concertino dei I violini” o “spalla dei II violini”, collabora con l’Orchestra Roma Sinfonietta che, oltre all’attività concertistica, partecipa con Morricone a tournée nelle sale più prestigiose in Europa, Giappone, Cina, Corea del Sud, Stati Uniti, America del Sud (e realizzando anche cd e dvd con interventi solistici), tra i quali l’indimenticabile concerto nella Sala dell’Assemblea Generale dell’Onu a New York. Da marzo 2016 collabora con l’Orchestra Filarmonica Salernitana sotto la guida del maestro Daniel Oren per la Stagione Lirica presso il Teatro “Verdi” di Salerno e per il Ravello Festival. Nel 2019 lo stesso maestro lo invita, in qualità di “concertino”, a partecipare alla Stagione Estiva all’Arena di Verona. Appassionato di tango, crea nel 2005 il quintetto “Recordando”, esibendosi col sassofonista argentino Javier Girotto presso la Casa del Jazz, La Palma/Fandango, Festival di Villa Celimontana a Roma e al Festival Mediterraneo a Genova. È componente dell’Astoreando Quartet con Iorio, Stafano e Cardarelli. Dall’ottobre 1983, data in cui partecipa alle registrazioni per la colonna sonora del film “C’era una volta in America” composta da Morricone, la passione per la musica “applicata” segue parallela l’attività violinistica. Nel corso delle numerose esperienze nel campo delle registrazioni di musiche per film (tra cui spiccano gli interventi solistici per quelle del maestro Nicola Piovani de “La vita è bella”, premio Oscar 1999) collabora con gli autori più noti nel panorama delle colonne sonore internazionali. Tra il 1990 e il 2000 partecipa a spettacoli di Teatro di Prosa collaborando con musicisti quali Piovani, Mazzocchetti, Scialò, con registi quali Proietti, Squarzina, Maccarinelli, Fantoni, Calenda, Marcucci, Cerami e per produzioni di teatri quali il Piccolo Teatro di Milano, il Teatro Stabile del Veneto, il Teatro Olimpico di Vicenza, La Contemporanea ’83, La Compagnia della Luna, Gli Ipocriti, il Teatro “Erode Attico” di Atene, il Théatre de la Cartoucherie di Parigi, il Lilia Center di Tokyo. Dal 1999 intraprende l’attività di autore di musiche per il teatro, collaborando a produzioni per il Teatro Stabile del Veneto, il Teatro Olimpico di Vicenza, il Teatro Romano di Verona. Rai Trade edita due cd con sue musiche che vengono utilizzate quali sigle e commenti di trasmissioni tv e radio dell’emittente nazionale. Realizza colonne sonore per cortometraggi e per film: “The Hounds” (GB), vincitore nel 2012 del 32° FantaFestival di Roma e premiato anche al ToHorror Festival di Torino, oltre che in altri festival internazionali; “Il Mundial dimenticato” (IT) presentato al Festival di Venezia 2011 e vincitore di vari premi internazionali. Nel 2017 realizza le musiche per il film documentario “Storie d’altromare” sul pittore Antonio Possenti per Sky Arte. Nell’agosto 2019 vince il Premio “Mercurio d’Argento” per la migliore colonna sonora nella categoria “Documentario”.

Il 5 ottobre 2010 Salvatore Casaluce riceve a Varsavia dal maestro Ennio Morricone una lettera di apprezzamento artistico e musicale che descrive le sue composizioni come un “prodotto musicale che dimostra il talento del suo esecutore… la sua esecuzione dimostra l’aderenza alle tecniche chitarristiche contemporanee (nessuna esclusa). L’ascoltatore avrà modo di apprezzarlo come io l’ho apprezzato”. Salvatore è figlio d’arte. Il padre Saverio, chitarrista, gli ha trasmesso la passione per la musica. A 19 anni suona con il gruppo di musica popolare salentina Officina Zoè e nel marzo del 2001 si esibisce a Los Angeles sulla Sunset Boulevard ad Hollywood per l’istituto di cultura Italia Cinema. È in tournée dal 2000 al 2001 e lavora ancora nella musica popolare salentina con gli Arakne Mediterranee ospite del prestigioso “Festival Internazional de Teatro Clàsico” di Almagro in Spagna, per l’Istituto italiano di Cultura a Constantine in Algeria (Teatro Zenith), per l’ambasciata italiana a Tel Aviv in Israele e a Tirana in Albania. Nel 2003 fonda con altri artisti la compagnia musico-teatrale Compagnia del Sospetto che con lo spettacolo “Seguimi e fai silenzio” è stata impegnata in una tournée in vari teatri italiani, tra i quali il Piccolo Re Di Roma, l’Auditorium Tor Vergata Roma, il Teatro Savoia Campobasso, la Corte Comunale Formia, il Teatro Comunale San Vito Chetino. Tra il 2004 e il 2005 ha otto passaggi radiofonici su Radio Rai Uno di quattro sue composizioni. Nel settembre 2004 forma il gruppo jazz-rock Sea Side con il quale è ospite nello stesso anno della manifestazione “La Notte Bianca” di Roma negli studi di Cinecittà e nel 2008 del Teatro “Brecht” di Formia. Nel 2005 entra nello staff dell’Orchestra Roma Sinfonietta diretta da Ennio Morricone e Nicola Piovani (oltre ad essi l’orchestra ha collaborato con Luis Bacalov, Quincy Jones, Roger Waters, Michael Nyman, Claudio Baglioni, Carmen Consoli, Anthony and the Johnson e tanti altri). Nel 2009 suona nell’Auditorium Parco della Musica (Sala Santa Cecilia) di Roma con l’Orchestra Roma Sinfonietta diretta da Nicola Piovani (premio Oscar per la “Vita è Bella” di Roberto Benigni). Con essi partecipa anche alla Prima rassegna internazionale della Musica per il Cinema al Teatro Politeama di Catanzaro, dove si sono esibiti anche Ennio Morricone, Ryuichi Sakamoto e Riz Ortolani. Lavora con Franco Piersanti (“Il commissario Montalbano”, “Lamerica”, ecc.) nella rassegna “Quando la musica è Cinema” organizzata al Teatro Olimpico di Roma dall’Accademia Filarmonica Romana, suonando in prima assoluta “Nerone” per voce recitante e orchestra, scritta e messa in scena dallo scrittore Stefano Benni e musicata da Franco Piersanti. Nella stessa rassegna suona con Nicola Piovani. Oltre all’Orchestra Roma Sinfonietta suona anche con l’orchestra Ico Tito Schipa di Lecce. Nel 2011 fonda il Salento Cinema Ensemble, una formazione di artisti-musicisti salentini che esplora l’interessante mondo della musica per il cinema affiancando la creazione di composizioni inedite. Con essi si esibisce nello spettacolo “Immagini Musicali”, che spesso ospita il trombettista Nello Salza, consacrato come “la tromba del cinema italiano” per le oltre 400 colonne sonore incise come prima tromba solista per i grandi compositori Morricone, Piovani, Trovajoli, Bacalov, Piccioni, Piersanti, Ortolani e tanti altri. Sempre con Salento Cinema Ensemble incide il disco “Grigio Verde”, edito da Rai Trade edizioni musicali e Videoradio e prodotto da Beppe Aleo. Ha una laurea in Estetica e Psicologia della Musica (tesi di laurea su Pat Metheny, dal quale ha ottenuto un’intervista pubblicata nella tesi). Scrive per la rivista di chitarre “Axe Magazine”. È impegnato nel suo nuovo progetto cantautoriale, una vecchia passione per la canzone, ripresa dopo molti anni. Svolge una intensa attività didattica e concertistica.

Appuntamento, dunque, domenica 21 agosto alle ore 21 in piazza Salandra. Ingresso libero.

Articolo precedenteMONITORAGGIO SUL POTENZIAMENTO DEI SERVIZI DI RACCOLTA RIFIUTI NEL CENTRO STORICO
Articolo successivoPROGETTO MYSEA, VENERDÌ LIBERAZIONE DI UN ESEMPLARE DI CARETTA CARETTA