L’ALLIANZ COLAZZO GALATONE BATTE IL COSENZA E ABBANDONA L’ULTIMO POSTO. IL PRESIDENTE GIURI: «DEDICHIAMO AI TIFOSI QUESTA VITTORIA»

 L’ALLIANZ COLAZZO GALATONE BATTE IL COSENZA E ABBANDONA L’ULTIMO POSTO. IL PRESIDENTE GIURI: «DEDICHIAMO AI TIFOSI QUESTA VITTORIA»

Una prestazione da incorniciare regala la prima vittoria in campionato all’Allianz Colazzo Galatone a danno dell’Area Brutia Cosenza, battuta in casa tre set a zero. Un successo netto quello dei salentini, ottenuto con ampio margine di distacco in ogni set: 14-25, 18-25 e 17-25.

L’Allianz Colazzo rialza la testa e abbandona l’ultimo posto in classifica del girone L nel quale era finita. Ancora presto forse per parlare di svolta ma il cambio di passo, richiesto a gran voce nelle scorse settimane da tifosi e dirigenza, in campo si è visto eccome. Merito anche di mister Tonino Cavalera, da dieci giorni sulla panchina biancoverde. Il presidente Giuseppe Giuri così ha commentato il risultato al termine del match disputatosi al Polifunzionale di Rende (Cosenza): «Finalmente la prima vittoria in campionato: era molto importante dopo un inizio difficile. Sapevamo che con un roster rinnovato all’inizio sarebbe stato difficile. A questo si sono aggiunte altre vicissitudini come l’infortunio del palleggiatore. Oggi finalmente c’è stata la risposta che mi aspettavo, con una vittoria arrivata dopo una bella prestazione. Era probabilmente una questione più mentale che tecnica. Il nuovo mister ha dato la carica ai ragazzi». Adesso non c’è tempo (e punti) da perdere. Ricorda infatti il presidente dell’Allianz Colazzo: «Domenica prossima abbiamo una partita importante contro il Taviano e poi andremo a Grottaglie. Godiamoci questa vittoria ma da lunedì si ricomincia a lavorare per dare continuità ai risultati». Infine una dedica speciale: «Questa vittoria – conclude Giuri – la dedichiamo ai nostri encomiabili tifosi. Oggi sembrava di giocare in casa, a seguire la squadra in Calabria c’erano almeno una cinquantina di supporter. A tutti loro prometto che andremo avanti così».