IL TRAGUARDO DEI 100 ANNI: LA COMUNITÀ DI RACALE IN FESTA PER NONNA LIDIA

 IL TRAGUARDO DEI 100 ANNI: LA COMUNITÀ DI RACALE IN FESTA PER NONNA LIDIA
Stefania
Piccione
Mov5
leuzzi
leuzzi
leuzzi

Inesauribile grinta e volontà di acciaio: i 100 anni di nonna Lidia diventano una festa di comunità. Racale ha festeggiato ieri uno speciale compleanno: quello di Lidia Margarito, nata il 21 agosto del 1921.

In serata famigliari, amici e amministrazione comunale l’hanno infatti celebrata, tagliando lo storico traguardo del secolo di vita. Nonna Lidia ha così spento le candeline per le sue 100 primavere in compagnia dei cinque figli e dei numerosi nipoti. Presenti il primo cittadino di Racale, Antonio Salsetti e la vicesindaca Marianna Tasselli a nome di tutti gli amministratori.
Lidia Margarito, come tutte le donne con “la tempra di altri tempi”, non ha avuto vita facile: ha lavorato duramente nei campi nonostante cinque figli da sfamare e accudire, senza tuttavia far mai mancare nulla ai propri cari. Venticinque anni addietro ha perso suo marito, ma lei non ha mollato. Continua tutt’oggi a “nutrire” affettivamente la sua grande famiglia. “Cerca ancora un modo per dare una mano a noi figli. Vuole sempre rendersi utile nonostante l’età”, racconta Giovanni, il suo primogenito.
“Abbiamo festeggiato la nostra centenaria per portarle l’augurio più sincero a effettuoso da parte di tutta la nostra amministrazione e della comunità di Racale”, afferma il sindaco, Antonio Salsetti. “ Nonna Lidia rappresenta un esempio vivente e attuale per tutti noi: non soltanto ha attraversato fasi buie della storia del Novecento, ma ha anche affrontato oltre un anno e mezzo di emergenza sanitaria con quella forza d’animo che solo persone d’altri tempi hanno potuto ereditare. Che continui a guardare alla vita con questo stesso ottimismo, evidentemente il segreto della sua longevità”.

“Conosco nonna Lidia e i suoi famigliari da tantissimo tempo, me la ricordo sempre con la schiena piegata a lavorare nelle campagne, a raccogliere i capperi sotto il caldo estivo, ha smesso di lavorare solo un po’ di anni fa: una vita intera dedicata al lavoro e alla famiglia. Oggi lei è la nonna di tutti”, conclude la vicesindaca Tasselli.

Correlati