13.9 C
Nardò
domenica, Aprile 14, 2024
mmt
calignao
calignao
mmt
calignao
calignao
mmt

BULLISMO E CYBERBULLISMO COME CAUSE DELLA DISPERSIONE SCOLASTICA

- Advertisement -
soave
ramundo
materassi
toma casa
new pergola_pergola
banner fiorentino
neretum
lavaggio cani
vergaro

Questa mattina è stato presentato a Nardò presso il teatro Comunale il libro “bullismo e cyberbullismo come cause della dispersione scolastica” nato durante l’elaborazione del progetto “no neet” finanziato dalla “Fondazione con i bambini” e realizzato dalla Comunità di Capodarco di Nardò “padre Gigi Movia” in collaborazione con l’Istituto d’Istruzione Secondaria Superiore “Ezio Vanoni” di Nardò.

Il libro è stato presentato dagli autori, Laurent Falay Lwanga (Frate minore Francescano ricercatore e docente di Pedagogia) e  Sabrina Marzo (Pedagogista e Counselor  sistemico relazionale) con l’aiuto della Professoressa Nicoletta Sensi docente di Pedagogia Sociale alla LUMSA di Roma collaboratrice della Comunità di Capodarco in relazione a progetti per la prevenzione della dispersione scolastica e del disagio sociale del Ministero dell’Istruzione e Merito.

Il testo affronta tematiche rilevanti inerenti il fenomeno della dispersione scolastica ed in particolare   il bullismo e il cyberbullismo approfondendo due prospettive di lettura in una cornice teorica che descrive in modo dettagliato i costrutti del bullismo e cyberbullismo, fenomeni sempre più frequenti e operanti nelle scuole. In questa prima parte il volume fornisce agli insegnanti, agli studenti e ai genitori, un supporto per il risveglio della coscienza e strumenti di formazione, informazione e prevenzione degli atti di prevaricazione scolastica. La seconda parte, invece, è una ricerca sul campo nella quale si prova concretamente di dare risposte ai quesiti. In questo senso è la prima volta che un’indagine sistematica viene condotta su una scuola di Nardò ed una parte è dedicata alla testimonianza, sotto forma di diario, delle ragazze partecipanti al progetto.

Per la Comunità di Capodarco di Nardò “padre Gigi Movia” il lavoro è l’inizio, una traccia su cui muoversi. Sono in fase di realizzazione due nuovi progetti “teniamo la rotta” e “a scuola nella scuola”, tutti rivolti nella stessa direzione e con lo stesso obiettivo: fare rete sul territorio per costruire una Comunità Educante che accompagni i ragazzi a trovare la propria felicità, la vocazione della propria vita.  

 Segui NardoNews24 anche su Whatsapp e Telegram

- Advertisement -

Ti potrebbe interessare

BALLO LATINO AMERICANO: ANCORA SUCCESSI PER LA NERETINA REGINA BARONE

0
Avevamo già parlato alcune settimane fa di questa ragazza, Regina Barone, che a soli 8...

“SUB TUTELA DEI”: LA TAPPA SALENTINA DELLA MOSTRA DEDICATA ALLA MEMORIA DEL GIUDICE ROSARIO LIVATINO

0
Appena qualche settimana fa, alla fine del mese di gennaio, si è svolta a Copertino...

NUOTO: NARDO’ FESTEGGIA LE PRIME MEDAGLIE “100% MADE IN NARDO’”

0
Da troppo tempo a Nardò si sentiva la mancanza di un bel resoconto sportivo che...

Seguici sui nostri canali

9,002FansMi piace
- Advertisement -spot_imgspot_img

Articoli recenti

- Advertisement -