Home Cronaca PIÙ SERVIZI PER LAVORATORI STAGIONALI E MIGRANTI: A BONCURI ILLUSTRATE LE NOVITÀ...

PIÙ SERVIZI PER LAVORATORI STAGIONALI E MIGRANTI: A BONCURI ILLUSTRATE LE NOVITÀ PER L’INCLUSIONE SOCIO-LAVORATIVA

ramundo
ARTE ORAFA
materassi
toma casa
andreina
new pergola_pergola
banner fiorentino
neretum
lavaggio cani
555
sd arreda

Neutralizzare il caporalato e il “bisogno” dell’intermediazione illecita attraverso un corposo ventaglio di servizi gratuiti: è la sfida che sta tenendo impegnate istituzioni e realtà sociali presenti all’interno della foresteria Boncuri che, a Nardò, accoglie al momento 240 persone migranti, impiegate nella raccolta stagionale di pomodori e angurie.

È in quest’ottica che, nel pomeriggio di martedì 26 luglio, si è tenuto l’evento “Boncuri, azioni fuori campo” direttamente all’interno della foresteria, incontro promosso  dall’Ufficio coordinamento Servizi per l’Impiego Ambito territoriale di Lecce di Arpal Puglia e Centro per l’Impiego di Nardò, con la collaborazione di Gruppo Scout CNGEI Nardò, Croce Rossa, IMPACT Puglia, P.I.U. Su.Pr.Eme., Innovamenti, CIR Rifugiati, Finis Terrae, AEEOS Associazione Onlus, Homa Community Housing. Con l’aiuto di mediatori, è stata garantita ai partecipanti la traduzione simultanea in arabo, inglese e francese.

«Quest’anno – ha esordito, rivolgendosi ai migranti, Tiziana Colluto, specialista in comunicazione di Arpal Puglia – la presenza dell’Agenzia regionale all’interno della foresteria è stata irrobustita. Il nostro approccio è quello di mettere al centro la persona, voi con i vostri bisogni, che sappiamo essere plurimi. Per questo, oggi più che mai, sentiamo il dovere di lavorare in rete assieme alle altre realtà presenti a Boncuri, ognuno per ciò che può e deve fare, ma tutti insieme per darvi risposte che riguardano il lavoro, l’aiuto nella ricerca di una casa, l’assistenza sanitaria, il supporto linguistico e burocratico».

Da giugno e per tutta la stagione, Arpal sta garantendo l’apertura dello sportello dedicato per cinque giorni a settimana (fino allo scorso anno, era aperto solo un giorno), con fasce orarie più allargate. È stata allestita una bacheca multilingue di offerte di lavoro e sono stati divulgati materiali informativi anche in inglese e francese. 

«Non ci occupiamo solo di curare l’iscrizione alle liste speciali in agricoltura  – ha aggiunto Riccardo Castrignanò, operatore del Centro per l’Impiego di Nardò, presente quotidianamente a Boncuri – ma eroghiamo anche servizi di informazione, presa in carico degli utenti, aggiornamento della scheda anagrafica professionale, creazione del proprio curriculum, oltre a colloqui per l’orientamento e il supporto all’inserimento o reinserimento lavorativo. In diversi casi, si è già proceduto a candidare persone al momento disoccupate e presenti a Boncuri ad alcune offerte di lavoro veicolate dal report settimanale dell’Ambito di Lecce».

All’evento, moderato da Alessia Durante, volontaria Croce Rossa Italiana comitato di Lecce, hanno preso parte anche Maria Grazia Sodero, assessore ai Servizi Sociali del Comune di Nardò, e Maria Antonietta Muci, Gruppo Scout CNGEI Nardò. Roberta Montanaro, referente progetto LISA – Croce Rossa Italiana presidio di Taranto, ha presentato la piattaforma di incontro tra domanda e offerta di lavoro lisa.cri.it che servirà ad aiutare nella ricerca di nuova occupazione regolare coloro che, al termine della stagione di raccolta, intendono spostarsi in altri territori. Federica Lupo, case manager progetto IMPACT Puglia Ambito Territoriale di Nardò, ha, invece, ribadito la necessità di superare la gestione emergenziale del fenomeno stagionale in favore di un approccio strutturale di sistema.

Fonte: https://arpal.regione.puglia.it/

Articolo precedente“BATTITO D’ARTE” – BENESSERE TRA EMOZIONI, ARTE E TEATRO. APPUNTAMENTO IL 28 LUGLIO AL CASTELLO DI NARDÒ
Articolo successivoAGROGEPACIOK “PIZZA VILLAGE”: DAL 3 AGOSTO A LECCE E DAL 9 AGOSTO A MANCAVERSA