Home Territorio TORNA “CHIESE APERTE”, GLI “SCRIGNI” RELIGIOSI SONO VISITABILI NEI GIORNI DI NATALE

TORNA “CHIESE APERTE”, GLI “SCRIGNI” RELIGIOSI SONO VISITABILI NEI GIORNI DI NATALE

inglese
ramundo
ARTE ORAFA
ramundo 2
materassi
toma casa
andreina
new pergola_pergola
banner fiorentino
inglese
neretum

Sino al 6 gennaio le chiese del centro storico saranno aperte e visitabili nelle ore serali. Il progetto “Bellezze sacre… chiese aperte nel periodo delle festività natalizie” è stato messo a punto dall’associazione Open Your Mind con il sostegno e la collaborazione dell’amministrazione comunale e della Diocesi di Nardò-Gallipoli. Si tratta di una associazione culturale e di promozione del territorio che ha all’attivo un lavoro di diversi anni nella valorizzazione del territorio e molte iniziative artistiche, musicali e di sensibilizzazione.  

L’edizione natalizia di “chiese aperte” nasce dalla voglia di rendere fruibile la bellezza degli “scrigni” religiosi del centro storico nel periodo di Natale e soprattutto negli orari diversi da quelli liturgici e in cui di solito sono inaccessibili. Una persona, in ogni chiesa, accoglierà i visitatori e racconterà i dettagli e ogni tipo di informazione di tipo storico e architettonico. Sino al 6 gennaio, dal venerdì alla domenica e nei giorni festivi, le chiese saranno aperte dalle ore 20 alle 23 (nei giorni del 25 e del 31 dicembre dalle ore 17 alle 20).

Le chiese coinvolte sono la basilica cattedrale Maria SS. Assunta, la chiesa di san Domenico, la chiesa di San Giuseppe, la chiesa di Santa Teresa, la chiesa della B.V.M. del Carmelo, la chiesa di Sant’Antonio, la chiesa di San Giovanni, la chiesa dell’Immacolata. Si inizia domani, venerdì 3 dicembre.

Anche questa iniziativa fa parte di Nardò, si accende il Natale 2021, il calendario degli appuntamenti e dei progetti messi a punto dall’amministrazione comunale, con il sostegno di tanti, per il Natale 2021.

Articolo precedenteBOLLETTINO EPIDEMIOLOGICO REGIONE PUGLIA DEL 2 DICEMBRE 2021
Articolo successivoA NARDÒ SI ACCENDE IL NATALE