Home Cronaca FALANGONE: “DA MELLONE VIOLENZA INACCETTABILE. SOLIDARIETÀ AL CANDIDATO AGGREDITO”

FALANGONE: “DA MELLONE VIOLENZA INACCETTABILE. SOLIDARIETÀ AL CANDIDATO AGGREDITO”

inglese
ramundo
ARTE ORAFA
ramundo 2
materassi
toma casa
andreina
new pergola_pergola
banner fiorentino
inglese
neretum

“Esprimo tutta la solidarietà mia e dell’intera coalizione al candidato del MoVimento 5 Stelle aggredito da un sostenitore del sindaco uscente Giuseppe Mellone. Un episodio grave, che macchia questa campagna elettorale e l’immagine della nostra città. Quando si incita all’odio e si offende l’avversario in modo violento queste sono le conseguenze”.

Con una nota il candidato sindaco del centrosinistra Carlo Falangone stigmatizza quanto avvenuto ieri sera durante il comizio di chiusura del sindaco uscente Mellone. Un candidato del MoVimento 5 Stelle è stato aggredito prima del comizio del centrosinistra, finendo in ospedale.

“Scene vergognose che non possono essere tollerate. Un sindaco non può qualificare come “il male” coloro che non lo sostengono, non può invitare i cittadini a sgomberare la piazza per “non fare brutti incontri”. Parole inqualificabili che diventano ancora più gravi se pronunciate da chi ricopre ruoli istituzionali. Ieri sera Mellone ha urlato un intervento violento, offensivo nei confronti di tutti i candidati a sindaco e di tutti i candidati consiglieri in corsa, a cui va la mia solidarietà.

Solidarietà che esprimo anche nei confronti della candidata che è stata aggredita verbalmente vicino al palco del mio comizio e di un cittadino presente nel pubblico che è stato offeso per il suo orientamento sessuale da altri sostenitori di destra.

La nostra città non merita tutto questo. Siamo per una Nardò di tutti, libera dall’odio, dove ognuno deve essere libero di esprimersi senza paura” conclude Falangone.

Articolo precedenteANCORA DISORDINI IN PIAZZA, UNA RAGAZZA AGGREDITA VERBALMENTE
Articolo successivoINTERVENTO – DISORDINE IN PIAZZA, ALEMANNO: “LA PARTECIPAZIONE POLITICA È IL MOMENTO PIÙ ALTO DELLA DEMOCRAZIA, PURCHÉ QUESTA SIA ESERCITATA SECONDO I VALORI DELLA NOSTRA COSTITUZIONE”