INCIDENTE SULLA NARDÒ-GALLIPOLI. IMPORTANTE NOTA STAMPA DEL PRESIDENTE WALTER GABELLONE

 INCIDENTE SULLA NARDÒ-GALLIPOLI. IMPORTANTE NOTA STAMPA DEL PRESIDENTE WALTER GABELLONE
Stefania
Piccione
Mov5
leuzzi

Preg. Mo direttore, mi farebbe piacere rispondere all’articolo del dott. Resta, dove richiama la necessità di fare presto per mettere in sicurezza l’incrocio sulla Sp 17 con La Sp 112, teatro di recentissimi incidenti molto pericolosi, tra questi 2 recenti mortali. 

Bene, fermo restando che concordo in pieno con l’appello del Dr. Resta, ma cogliendo l’occasione  volevo informare l’opinione pubblica, che la nostra associazione da diversi anni ormai chiede incessantemente alle amministrazioni provinciali che comunali, di porre in sicurezza questo incrocio molto pericoloso e non solo questo, abbiamo chiesto l’ immediata realizzazione di una rotatoria e il livellamento del tratto causa di scarsa visibilità nel sopraggiungere da Nardò direzione Gallipoli, utile a evitare incidenti, anche perché, pure al giungere alla velocità di 70 kh, limite imposto che  ne regola il tratto, a volte non si ha il tempo di evitare il sinistro ma non solo, questa associazione già dall’incidente mortale della signora E. M., deceduta nella primavera scorsa, si è attivata per chiedere al Presidente Stefano Minerva e al Consigliere Provinciale Daniele Piccione (nostro iscritto come Socio) insieme al sindaco e consigliere provinciale Flavio Filoni quest’ultimo responsabile del tratto in quanto ricadente nel feudo del comune di Galatone, di attivarsi per porre fine a questo pericolo, ad onor del vero sia il Dr Daniele Piccione, che il Sindaco Filoni, si sono attivati subito per muovere gli uffici competenti della provincia con i sopralluoghi sul posto, fummo chiamati dopo un paio di giorni dall’evento tragico cui perse la vita la signora, dal Presidente Minerva rassicurandoci che nel giro di tempo utile per sbrigare tutto l’iter, li sarebbe nata una rotatoria importante e senza obbligo di esproprio, visto il notevole spazio che persiste, ma oltre alla rotatoria sarà completato anche il tratto di illuminazione publica che da questo incrocio porta fino alla rotatoria di Santa Rita, aggiungiamo infine per dovere di informazione che, un altra rotatoria l’abbiamo richiesta sia sulla Sp 19 all’ingresso della zona industriale di Nardò e un altra sulla strada provinciale 112, all’altezza dell’incrocio che conduce verso la Masseria del  Brusca, questo per quanto riguarda il compito della

 Provincia di Lecce, mentre per quanto riguarda il Comune di Nardò, la nostra associazione dal lontano 2008 chiede ininterrottamente alle amministrazioni succedute compresa lattuale di porre dei dissuasori sul tratto che dall’incrocio della Sp 17 porta alla rotatoria con via Benedetto Leuzzi (anche qui per onestà dico che un dissuasore questa amministrazione lha già realizzato), ma non basta visto il lungo rettilineo oggetto di velocità da formula uno con tante abitazioni adiacenti e incroci pericolosi, alcuni teatro di sinistri mortali  che hanno provocato la morte di 2 ragazzi di varese e ancora nulla di concreto e stato fatto, insieme al rifacimento totale dell’asfalto ormai ridotto ad un campo minato, occorrono dissuasori anche nel tratto abitato di villaggio Resta che non ci stancheremo mai di chiederli perché solo con questi strumenti si può indurre a moderare la velocità e quindi evitare sinistri pericolosi. 

Ad oggi anche noi siamo in attesa di vedere esaudite queste richieste. 

Ringrazio ilA Dr Resta per avermi dato lo spunto a informare i cittadini su quanto questa associazione da anni fa sul territorio, anche se concludendo, dico sempre che con un po di prudenza in più non ci sarebbe necessità di spendere tanti denari pubblici. 

Ricordatevi sempre del nostro slogan che recita cosi:

È meglio perdere un secondo nella vita e non la vita in un secondo. 

Prudenza signori prudenza e buona vita a tutti. 

Dr. H. C. Walter Gabellone

Presidente ACdV Nardò per le vittime della strada. 

Correlati