UN INVITO AL DIALOGO E AL CONFRONTO SUL TEMA DELLA DEMOCRAZIA DALLA SCUOLA DELL’INFANZIA “COLLODI” POLO 3

 UN INVITO AL DIALOGO E AL CONFRONTO SUL TEMA DELLA DEMOCRAZIA DALLA SCUOLA DELL’INFANZIA “COLLODI” POLO 3
Digiqole ad

“Leggere che passione” – “Cittadini del mondo”: Un invito al dialogo e al confronto sul tema della democrazia

Con “UN BARATTOLO PER NON DIMENTICARE” adattamento dal “ Piccolo Principe” di A. de Saint Exupéry,“Nella foresta non si parla d’altro. Le elezioni degli animali “ di A. Rodrigues, L. Ribeiro, P. Desgualdo, P.Markun

La scuola è investita da una urgente richiesta che comprende, insieme, l’apprendimento e «il saper stare almondo». ( Indicazioni Nazionali 2012)

La nostra scuola, guidata dalla Dirigente Scolastica dott.ssa Eleonora Longo, attraverso azioni didattiche specifiche ha cercato di proporre alcune esperienze, per noi significative, al fine di consentire ai bambini la sperimentazione in prima persona dei significati di cooperazione, amicizia, diversità come valore, democrazia, anche in contesti multiculturali.

Il Piccolo Principe ,per un anno intero, ha accompagnato i bambini in un racconto di mondi lontani e misteriosi ,che lui ha visitato, raccogliendo pietre e meteoriti piene di colori e di significati. Nel cuore ha cose difficili da stringere tra le mani, arcobaleni, il rumore dell’oceano, quello del vento e tante emozioni da condividere.

5 sono le pietre più importanti : quella del tempo , delle parole e delle lingue, dell’amicizia, dell’accoglienzae quella magica …dei desideri ( democrazia) , che ha riposto, per noi, in un barattolo .

Tornato con il suo piccolo aeroplano rosso, questo barattolo lo ha voluto donare ad ogni bambino per ricordare a sé stesso e agli altri le cose che davvero contano nella vita.

“Voglio portarle tutto ciò ai miei bambini … voglio regalare loro un barattolo pieno di queste pietre perricordare il tempo trascorso insieme. Guardandolo, colmeremo la distanza e la nostalgia … quando nonsaremo più insieme. Dentro il barattolo, metterò per prime le pietre grandi, che simboleggiano le cose importanti della vita, queste, altrimenti, non troveranno più posto e tutto lo spazio sarà occupato dalla ghiaia o dalla sabbia che rappresentano quelle meno importanti e delle quali a volte si può anche fare ameno”.

Sorpresi dal suo messaggio … anche noi abbiamo cercato sassi e sabbia sperimentandone le caratteristiche fisiche e associandole alle parole del nostro amico.

Venerdì 11 giugno alle ore 17,00 nel giardino della nostra scuola atterrerà il suo piccolo aereo rosso e incontreremo il Piccolo Principe per un saluto finale. Anche noi abbiamo un dono per lui. I bambini di 5 anni , veri protagonisti di questo incontro, presenteranno al Piccolo Principe una narrazione animata della storia “Nella foresta non si parla d’altro. Le elezioni degli animali” per raccontare un pezzo del nostro pianeta: la Terra in tema di democrazia.

Con questa storia delicata e ironica abbiamo cercato , visto anche il periodo storico della nostra città, di avvicinarli al meccanismo delle elezioni e comprendere il qui e ora che stiamo vivendo.

Abstrat: Il Leone ha deviato l’unico corso d’acqua per costruirsi una piscina e tutti gli animali della forestanon sono d’accordo, si lamentano e fanno addirittura una manifestazione di protesta. Tutto però sempre inutile (Leone non è disposto a rinunciare alla sua piscina), fino a quando il gufo propone delle elezioni, perché anche nella foresta sono in democrazia. Dopo che tutti gli animali hanno capito di cosa si tratta, alcuni si candidano e presentano il loro programma. Scimmia ,Serpente, Bradipa, Leone si candidano! Prima del voto i candidati incontrano i loro potenziali elettori, vanno in tv, fanno selfie, organizzano comizi, parlano male dei loro avversari e, alla fine, un concitato dibattito chiude la campagna elettorale. Tutti gli animali della foresta sono stati chiamati alle urne! Che vinca il migliore!

Nel nostro piccolo…anzi piccolissimo, abbiamo cercato di :

ü riempire il barattolo di valori e buone relazioni ripensando alle cose belle che, nonostante il periodo difficile, abbiamo vissuto,

ü legare la didattica ai processi sociali che ruotano intorno a noi,

ü salutare i cinquenni che inizieranno un nuovo iter formativo.

N. B. La consegna del libro – barattolo e la mostra dei cartelli elettorali realizzati dai bambini di 5 anni concluderà allegramente il nostro incontro , non senza aver condiviso una squisita e democratica…merenda

L’incontro si svolge senza la presenza dei genitori nel rispetto delle misure di sicurezza anti-covid , verrà realizzato in un video in ricordo dell’esperienza vissuta
Le docenti referenti dei progetti : Loredana Maritati – Maria Rosaria Settimo- Francesca Muci
Le docenti del plesso : F. Capone, G. Malandugno, M. Cozzoli,A. Ferramosca, D. Grasso, S. Ragato, G. D’Urso

Correlati

Grande o piccolo, ogni contributo è prezioso.

X