RIGENERAZIONE URBANA, A GALATONE UN PARCO AL POSTO DEL CEMENTO

 RIGENERAZIONE URBANA, A GALATONE UN PARCO AL POSTO DEL CEMENTO
Digiqole ad

La giunta comunale di Galatone ha approvato il progetto definitivo, per un importo di 850mila euro, finalizzato alla riqualificazione e al riuso dello spazio pubblico che sorge in via Beato Egidio (il rendering nell’immagine).

“Si tratta del secondo intervento, dopo il piano di restyling di piazza Sant’Antonio, che l’Amministrazione – dichiara il sindaco di Galatone, Flavio Filoni – candida per ottenere i contributi statali messi a disposizione dal governo con il Dpcm del 21 gennaio scorso a favore di investimenti per la rigenerazione urbana, il decoro e l’abbattimento dei fenomeni di marginalizzazione e degrado. Il progetto segnerà la rinascita di un’area pubblica di 3200 metri quadrati, in via Beato Egidio: il cemento farà spazio ad un polmone verde”.

Nell’area sorge un vecchio edificio scolastico abbandonato, fatiscente e inagibile, che in passato ha ospitato anche uffici comunali. “Il processo di riqualificazione e rigenerazione – afferma l’assessore ai lavori pubblici, Biagio Gatto – partirà proprio dalla demolizione dell’immobile: la vecchia struttura cederà il passo ad un parco urbano con un’area verde completa di attrezzature per le iniziative sociali e ludico-ricreative, per lo svago e per l’attività fisica all’aperto, e con un chiosco-bar e servizi. Sarà uno spazio per la comunità dove famiglie e bambini potranno divertirsi in sicurezza e trascorrere il tempo libero in tranquillità e a contatto con la natura”.

Ecco, nello specifico, cosa ci sarà nella nuova vita dell’area di via Beato Egidio: giostre, arredi, attrezzature e giochi per i più piccoli, un’area ristoro, spazi per il fitness all’aperto e per le iniziative culturali, ampi spazi verdi con arbusti ad alto fusto, oltre alla messa a dimora di piante autoctone. Si tratta di scelte mirate al benessere dei cittadini e alla tutela della biodiversità.

“La creazione del parco – evidenzia il vicesindaco e assessore all’urbanistica, Caterina Dorato – punta alla valorizzare del territorio ed al miglioramento della qualità e del decoro urbano in un’area posta in adiacenza alle mura del centro storico. Il nuovo spazio rappresenterà un punto di raccordo urbano tra i servizi scolastici presenti ed il borgo antico di Galatone: sarà un luogo pubblico importante sia sul fronte ambientale ed ecologico sia per la missione di aggregazione sociale che riuscirà a svolgere”.

Correlati

Grande o piccolo, ogni contributo è prezioso.

X