IL WELFARE DI LOSAVIO: ANZIANI, “DOPO DI NOI” E GENITORIALITÀ

 IL WELFARE DI LOSAVIO: ANZIANI, “DOPO DI NOI” E GENITORIALITÀ

“Non più discriminazioni sociali ma pari dignità per tutti”: prosegue a ritmi serrati il lavoro sulle proposte per la città che vede protagoniste le liste a sostegno del candidato sindaco Pierpaolo Losavio. “Impegno Civico”, “Artigiani e Commercianti”, “Svegliati Nardò” e “Losavio Sindaco” guardano alle esigenze delle fasce più deboli della città e alla tutela del sistema-famiglia.

“Se i nostri concittadini ci faranno governare la città – dicono i sostenitori di Losavio – il Comune si farà carico degli anziani e dei disabili attraverso la programmazione di un Piano di Gestione riguardante sia la loro sfera sanitaria sia la loro inclusione sociale”. Il riferimento è agli anziani rimasti privi del sostegno familiare (Rsa) e alle persone affette da disabilità al momento della perdita dei genitori (“Dopo di Noi”), che “riceveranno dal Comune, che se ne farà carico – affermano le civiche – uno scudo protettivo idoneo a sollevarli da ogni preoccupazione sul futuro. Il tutto senza alcuna discriminazione sociale e reddituale”.

La legge sul “Dopo di Noi” del 2016 si propone infatti di promuovere e favorire il benessere, l’inclusione sociale e l’autonomia delle persone con disabilità. «I Comuni – sottolineano – sono individuati tra le istituzioni per l’attuazione della legge in cui, attraverso fondi statali finalizzati, è stato finalmente previsto un piano di aiuto per le persone disabili private del sostegno familiare”.

Il programma sul welfare guarda alla genitorialità nella sua interezza: l’obiettivo è che questa “non sia più un ostacolo alla realizzazione professionale e lavorativa delle famiglie”. Dalla sensibilità del team di Losavio parte dunque la proposta sugli asili nido: “Il Comune si farà interamente carico delle famiglie con fascia di reddito basso e predisporrà agevolazioni progressive per le famiglie con minori, indipendentemente dal reddito. Per la realizzazione di tale progetto – spiegano – l’Amministrazione Comunale si avvarrà di tutte le strutture private già presenti nel tessuto Cittadino, integrando le professionalità già operanti in tale settore. A tal fine – concludono – un gruppo di esperti ha già messo a punto un’operazione sulle formule giuridiche che permetteranno la realizzazione di tutto ciò”.

Impegno Civico per Nardò


Artigiani e Commercianti

Svegliati Nardò

Losavio Sindaco