BLITZ AL FRASCONE, DENUNCIATO UN UOMO CON 650 RICCI APPENA PESCATI

 BLITZ AL FRASCONE, DENUNCIATO UN UOMO CON 650 RICCI APPENA PESCATI

Un uomo con 650 ricci appena pescati è stato individuato e fermato ieri in località Frascone dalla Guardia Costiera di Gallipoli e dal personale dell’Ufficio locale marittimo di Torre Cesarea. Decisivi il sistema di videosorveglianza dell’Area Marina Protetta e il monitoraggio attraverso l’impiego di un drone.

Il pescatore di frodo, un sub barese (già noto alla Guardia Costiera per una precedente operazione a febbraio a Santa Maria di Leuca), dopo essere uscito dall’acqua, è stato fermato dai militari in compagnia di un complice e con una cesta contenente appunto il grosso quantitativo di ricci. “Bottino” di pesca evidentemente illegale trovandosi peraltro all’interno della zona A dell’Area Marina, dove è vietata qualsiasi attività che possa compromettere il delicato equilibrio dell’area di riserva integrale e a maggior ragione la cattura di specie marine. L’uomo è stato deferito all’Autorità Giudiziaria e i ricci immediatamente rigettati in mare.

Questo blitz dimostra come sia sempre molto alta l’attenzione delle istituzioni e delle forze dell’ordine verso fenomeni illeciti soprattutto in zone a maggiore tutela come quella dell’Area Marina. Attenzione all’ecosistema marino, agli habitat, ai luoghi, come dimostra la recente, massiccia, operazione di rimozione dei natanti abusivi a Torre Squillace, in virtù della quale non sarà più tollerato alcun comportamento illegittimo o illecito dello stesso tipo.

Slider

Correlati

Grande o piccolo, ogni contributo è prezioso.

X