Da più parti, associazioni e cittadini compresi, viene chiesto al sindaco Pippi Mellone di spegnere le telecamere a controllo del Centro storico. Si tratta della ben nota Ztl che, istituita nel giugno dello scorso anno, ha letteralmente blindato la città vecchia con disposizioni rigidissime a tutela delle strade, dei palazzi e della vivibilità dei residenti. Ma, oggi, anche chi era d’accordo chiede una pausa sperando che il sindaco disattivi tutti i varchi posti all’ingresso delle antiche porte.

Diverse le motivazioni. Non c’è solo la necessità di evitare le multe che, di questo periodo, sarebbero una dannazione per le famiglie in seria difficoltà economica. La voce è del “pasionario” delle battaglie per il Centro storico, il presidente del comitato che riunisce tutte le attività commerciali ed artigianali ed anche diversi residenti: Marco Raho. Insieme a Roberta Manca e ad altri associati ha predisposto una richiesta per il primo cittadino. “Chiediamo di decretare con la massima urgenza la sospensione della Ztl – dicono – per tutto il periodo di durata dell’emergenza. Tale sospensione – continuano – risulta necessaria ed indispensabile al fine di agevolare lo spostamento di coloro che devono garantire servizi essenziali, la propria presenza al lavoro e l’acquisto di beni di prima necessità e che, purtroppo, ad oggi si vedono costretti a gestire gli accessi con le limitazioni imposte dall’attuale regolamento”.

Nella straordinarietà di questa emergenza, secondo il comitato “Centro storico” non si può non tenere conto delle difficoltà di chi deve garantire la propria presenza, per ragioni di salute o per altre essenziali necessità, alle numerose persone anziane o con disabilità. “Ora più che mai – continua Raho – hanno diritto ad ottenere facilitazioni nell’assistenza senza imposizioni di fasce orarie. Considerate le restrizioni alla mobilità imposte dal decreto dell’undici marzo scorso, che hanno determinato una drastica riduzione del traffico veicolare, risulterebbe al momento inutile mantenere in vigore la zona a traffico limitato”. Raho chiede inoltre la sospensione dell’invio di tutti i verbali elevati per infrazioni dovute all’accesso nella Ztl negli orari e nei giorni non consentiti.