IN RICORDO DELL’AMICO LUCIANO FALANGONE

Il pittore che usava i colori della nostra terra per dipingere i suoi paesaggi.

Malato da tempo, si è spento Luciano Falangone.
Era un artista e amico eccezionale, uno dei maestri che si esprimeva con i colori, un pittore al di fuori di ogni corrente artistica. Lo ricordo come un lavoratore instancabile a cui mi legava un sodalizio umano fatto di reciproca stima.
Realizzava una pittura che mirava a dare corpo e immagine a una natura che continuamente si rinnova nei colori. Con la sua capacità di liberare la pittura e di trasformare il colore in un elemento atmosferico ha conquistato molti estimatori e competenti. Era un pittore che dipingeva la natura, il paesaggio, lo spazio della sua terra, della sua Nardò. Anche quando la pittura per lui diventava qualcos’altro con la sua grande pittura luminosa riusciva a descrivere momenti salienti del vivere ed angoli indescrivibile della natura salentina conquistando l’attenzione e l’interesse di tutti, anche di chi non lo conosceva.

Rino Dell’Anna

Slider
Slider

Correlati

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Il contenuto è protetto.