Per la prima volta la parola “enoturismo” entra nel quadro legislativo italiano. E lo fa attraverso un emendamento inserito nella Legge di Bilancio, recentemente approvata dalla commissione Bilancio del Senato, che ne riconosce lo status giuridico – fiscale.

Per la prima volta la parola “enoturismo” entra nel quadro legislativo italiano. E lo fa attraverso un emendamento inserito nella Legge di Bilancio, recentemente approvata dalla commissione Bilancio del Senato, che ne riconosce lo status giuridico – fiscale.

L’obiettivo è stato centrato, grazie soprattutto alla determinazione del senatore Dario Stefàno (capogruppo in Commissione Agricoltura di Palazzo Madama e primo firmatario dell’emendamento) e grazie ad un lavoro di squadra che ha visto in prima fila – accanto a Mtv – l’Unione Italiana Vini e le Città del Vino.

Da qui, un incontro pubblico nella Città di Nardò, promosso dal Consigliere Comunale Lorenzo Siciliano, che si terrà Venerdì 19 Gennaio alle ore 20 presso le storiche cantine Bonsegna, a cui prenderanno parte Dario Stefàno, capogruppo in commissione agricoltura al Senato, Vittoria Cisonno, Direttore Movimento Turismo del Vino Puglia, Massimiliano Apollonio, Presidente Assoenologi Puglia, Lorenzo Siciliano, Consigliere comunale. Insieme per illustrare a piccole e medie imprese operanti nel settore, cittadini, degustatori, giornalisti e operatori dell’informazione l’importanza strategica e innovativa dell’enoturismo.

enoturismo