È iniziato stamattina l’intervento che porterà all’abbattimento di una decina di cipressi nel cimitero comunale. Si tratta di alberature ormai completamente secche e instabili che soprattutto nelle ultime settimane hanno rappresentato un vero e proprio pericolo per la sicurezza del luogo e l’incolumità dei visitatori.

cipressi cimitero 1È iniziato stamattina l’intervento che porterà all’abbattimento di una decina di cipressi nel cimitero comunale. Si tratta di alberature ormai completamente secche e instabili che soprattutto nelle ultime settimane hanno rappresentato un vero e proprio pericolo per la sicurezza del luogo e l’incolumità dei visitatori.

I forti venti che stanno caratterizzando questa stagione invernale, peraltro, hanno ulteriormente compromesso la situazione e in una occasione, di recente, si è reso necessario interdire il passaggio dei viali interessati. L’intervento di abbattimento è stato atteso a lungo dalle confraternite religiose e dalle associazioni proprietarie di cappelle e colombari (che hanno ripetutamente formalizzato apposite istanze, depositate da anni negli uffici del Comune), poiché ostaggio di alberature che impedivano persino la manutenzione ordinaria delle costruzioni. Il lavoro è eseguito dalla ditta Ariete, gestore dei servizi cimiteriali, e consentirà di ripristinare adeguate condizioni di sicurezza su tutta l’area.

“È necessario restituire sicurezza al cimitero – spiega il consigliere con delega ai Servizi Cimiteriali Gianluca Fedelee l’eliminazione di questi cipressi secchi e pericolosi ci consentirà di farlo, oltre che per gli abituali visitatori anche a beneficio di confraternite e proprietari delle cappelle. Come accade molto spesso, siamo costretti a effettuare interventi attesi da anni e che per insipienza e superficialità sono diventati oggi non più rinviabili. Assieme all’apposita Commissione valuteremo le nuove alberature da impiantare, naturalmente più idonee alla coesistenza con le strutture presenti, e il trattamento antiparassitario adeguato. Il cimitero rappresenta oggi il parco verde più esteso del centro urbano, con una flora importantissima, e per questa ragione merita un’attenzione altissima”.