Home Cronaca CHE SENSO HA VENDERE UNA STRUTTURA CHE PRODUCE PROFITTO E OFFRE ANCHE...

CHE SENSO HA VENDERE UNA STRUTTURA CHE PRODUCE PROFITTO E OFFRE ANCHE SERVIZI AGEVOLATI AI CITTADINI?

inglese
ramundo
ARTE ORAFA
ramundo 2
materassi
toma casa
andreina
new pergola_pergola
banner fiorentino
inglese
neretum

Il preparato e puntuale assessore alle Finanze, Gianpiero Lupo, ce lo consentirà: non siamo convinti. La farmacia comunale è un tesoro che va custodito, soprattutto per le generazioni a venire. Una farmacia è denaro sonante. Venderla è, nella migliore delle ipotesi, un capriccio. In una delle peggiori, un tentativo di risanare problemi di bilancio come fa una famiglia che, per permettersi un lusso, ricorre ai risparmi e agli investimenti tenuti da parte per i figli.

Il preparato e puntuale assessore alle Finanze, Gianpiero Lupo, ce lo consentirà: non siamo convinti. La farmacia comunale è un tesoro che va custodito, soprattutto per le generazioni a venire. Una farmacia è denaro sonante. Venderla è, nella migliore delle ipotesi, un capriccio. In una delle peggiori, un tentativo di risanare problemi di bilancio come fa una famiglia che, per permettersi un lusso, ricorre ai risparmi e agli investimenti tenuti da parte per i figli.

Noi alleghiamo anche la delibera della Corte dei Conti così che tutti possano leggerla. La Corte prende atto della decisione di alienarla da parte dell’Amministrazione Mellone ma anche che nel 2015 e 2016 c’è stato un netto miglioramento dei conti con un utile di oltre 12mila euro. Allora, se le prospettive sono di crescita costante, che senso ha vendere una struttura che produce profitto e offre anche servizi agevolati ai cittadini? Che cos’è tutta questa fretta?
Ovviamente sarebbe utile alla discussione che l’assessore fornisse pubblicamente anche le memorie che l’ente ha inviato alla Corte per comprende pienamente in che modo l’Amministrazione pro tempore sta difendendo le prerogative di tutti i cittadini e dell’intera collettività. L’impressione è che, infatti, stia facendo contemporaneamente accusa e difesa per i suoi fini: quelli che porteranno alla vendita della quota.

La nota dell’assessore al Bilancio e il PDF della delibera dei magistrati contabili. “VISUALIZZA LA DELIBERA DELLA CORTE DEI CONTI

Comune di Nardò: PERCHÉ IL COMUNE HA MANTENUTO UN ORGANISMO PARTECIPATO IN PERDITA?

 

Articolo precedenteERRORE DI CALCOLO SULLA TASSA DEI RIFIUTI: ECCO CHE RIMBORSI POSSONO OTTENERE I CITTADINI
Articolo successivoIL PENSIERO DI ANTONIO GALATEO – DOMANI AL CHIOSTRO DEI CARMELITANI