Nella giornata di oggi, a Lecce, i militari della stazione carabinieri di Nardò, hanno tratto in arresto, su ordine del gip del tribunale di Lecce, un trentenne. Si tratta di Giulio Moscatello.

Con le indagini avviate dai militari si è riuscito a dimostrare che il giovane, in plurime occasioni, con continue manifestazioni violenza fisica e psicologica, aveva minacciato pesantemente di morte la madre, costringendola a consegnargli somme denaro per acquistare sostanze alcoliche e stupefacenti. L’epilogo il 2 ottobre scorso quando l’aveva malmenata provocandole lesioni agli arti, all’addome ed alle mani. L’uomo, dopo essere stato tratto in arresto, è stato condotto presso la casa circondariale di Lecce.