“È il primo anno che il Premio Battisti – quest’anno ricorre la 19esima edizione – non si terrà in un luogo pubblico. Gli organizzatori hanno ritenuto non soddisfacente la risposta dell’Amministrazione Comunale”.

 

Ma non per questo si sono arresi, ed hanno deciso di spostare il Premio per eccellenza dell’estate neretina in un luogo privato.
Ci stanno mettendo fatica, sacrifici, impegno.
Anche per testimoniare come il Premio Battisti non sia un evento che può avere vita solo grazie a fondi pubblici.
A tutta l’organizzazione va la mia solidarietà. E all’amministrazione comunale, al Sindaco un invito: Nardò nutre della presenza di tanti artisti, molti dei quali conosciuti a livello nazionale. Continuare a puntare sui format preconfezionati, pagando fior di quattrini, può far divertire qualcuno per una sera, ma renderà sempre di più questa Città un crocevia del nulla, un contenitore in cui si può mettere all’interno di tutto senza un ordine ed un criterio. Così non si promuove il territorio, ma lo si mette a servizio della promozione di altri. Alla mercè di chiunque da qui intenda passarci, servirsi e andar via.

Lorenzo Siciliano
Consigliere Comunale
Partito Democratico