“Accolgo con grande piacere l’installazione della prima casa dell’acqua nella nostra Città, in via XX Settembre. Nardò era uno dei pochi Comuni della provincia ancora sprovvisto.

Non posso però non prendere ancora una volta atto dell’ormai costante ed imbarazzante auto attribuzione di meriti che non gli appartengono da parte di Mellone. E’ l’ennesima occasione in cui dimostra di essere scarsamente onesto intellettualmente.

Quella dell’acqua pubblica, frizzante e naturale, al costo di pochi centesimi al litro era una mia proposta fin dal 2014. Tuttavia penso che siano necessarie più case dell’acqua, così come previsto sia dalla delibera di Consiglio Comunale n. 117 del 30/12/2015 sia da una successiva deliberazione della Giunta Municipale, entrambe approvate dalla precedente amministrazione comunale, così da soddisfare le esigenze dei cittadini residenti in tutte le zone della Città, marine e frazioni comprese. 

Spero sia preoccupazione dell’attuale Giunta quella di rispettare un indirizzo già dato.

Lorenzo Siciliano

Consigliere Comunale

Partito Democratico