M’ILLUMINO DI MENO, NARDÒ SPEGNE LA “VILLA” DI VIA XX SETTEMBRE

Nardò aderisce a M’illumino di meno, la giornata del risparmio energetico e degli stili di vita sostenibili, ideata nel 2005 dalla trasmissione Caterpillar di Rai Radio2. La logica è quella di spegnere le luci che non sono indispensabili e fare un gesto simbolico a tutela del pianeta. Domani, venerdì 1 marzo, dunque, via XX Settembre – per i neretini “la villa” – spegnerà le sue luci per due ore, dalle 18 alle 20. E insieme a Nardò saranno ancora una volta migliaia le piazze, i monumenti, i palazzi, che spegneranno le luci, così come saranno tantissime le iniziative nelle scuole, nei musei o nei ristoranti dedicate al risparmio energetico.

L’edizione 2019 di M’illumino di meno è dedicata al tema dell’economia circolare, basata sull’imperativo del riutilizzo dei materiali e della riduzione degli sprechi. Perché le risorse finiscono, ma tutto si rigenera: bottiglie di plastica che diventano maglioni, carta dei giornali che torna carta, una cornetta del telefono che diventa una lampada. L’economia circolare serve a salvare la Terra e da economia “di nicchia” è diventata economia “vera”, in cui l’Italia peraltro è leader mondiale.

“Aderiamo con convinzione alla storica iniziativa di Caterpillar – spiega l’assessore all’Ambiente Mino Natalizio perché il risparmio energetico è un impegno al quale siamo tutti chiamati. Sensibilizzare con un gesto visibile come lo spegnimento della “villa” di via XX Settembre, può aiutare i cittadini a capire o anche solo a farsi delle domande. Peraltro, quest’anno “M’illumino di meno” è dedicata all’economia del riciclo o del riuso e la città di Nardò, con la partenza del nuovo servizio di raccolta differenziata, sta dando una prova esemplare della propria sensibilità”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top