È stata appena emessa la sentenza di primo grado del processo Sabr, nato grazie ai lavoratori che, insieme alla Cgil e alla Flai, hanno avuto il coraggio, nel 2011, di ribellarsi ai caporali e alle condizioni inumane di lavoro a cui erano sottoposti nelle campagne della zona di Nardò.

La sentenza è di condanna per gli imputati nel processo, tra imprenditori e caporali, a 11 anni di reclusione per riduzione in schiavitù e sfruttamento. Un precedente importante nella storia. Una lotta pacifica, determinata, che dedichiamo a tutte le vittime che dai campi non sono mai più tornate. La lotta per la legalità ha pagato. L’emozione è tanta, indescrivibile! Di certo ora siamo più determinati che mai, in prima linea ogni giorno al fianco dei lavoratori e di tutte le forze sane che si impegnano in questa importante lotta per la legalità.

Monica Accogli 
segretaria generale Flai Cgil Lecce

Valentina Fragassi 
segretaria generale Cgil Lecce