11.7 C
Nardò
venerdì, Aprile 19, 2024
mmt
calignao
calignao
mmt
calignao
calignao
mmt

FESTA DEL RACCOLTO DEI LUPPOLI DA BIRRA. SALENTINI NEL PRIMO LUPPOLETO DI GRANDI DIMENSIONI DEL SUD ITALIA

- Advertisement -
soave
ramundo
materassi
toma casa
new pergola_pergola
banner fiorentino
neretum
lavaggio cani
vergaro
- Advertisement -

LEVERANO – Dalla terra al boccale, con impatto ambientale zero, riduzione dei costi di produzione  e piede spinto sull’acceleratore dell’artigianalità.

Così  un esperimento diventa realtà, sul solco di un progetto volto a creare birre artigianali 100% salentine.

Accade a Leverano in provincia di Lecce, a un tiro di schioppo da Birra Salento, birrificio artigianale tra i più grandi d’Europa sorto nel 2017.

È proprio di fronte all’insediamento produttivo infatti che è stato coltivato dapprima l’orzo da birra varietà Concerto e Odissey messo a dimora in collaborazione con gli esperti del Dis,te.ba dell’Università del Salento. E oggi nella stessa area, su tre ettari, fanno bella mostra di sé 10mila piante di luppolo.

I fiori sono stati raccolti in queste ore, le piante coltivate dopo aver studiato le condizioni del terreno e quelle climatiche, hanno dato sostanza alla forma di un sogno, sfida difficile, ma non impossibile, quella di vedere crescere e inerpicarsi una pianta a fusto lungo, i cui fiori conferiscono il sapore tipico e amaricante alle birre.

Le varietà coltivate sono: Cascade, Brewers Gold, Chinook, Columbus, Nugget, Comet e a scalare sul numero di piante, le varietà Tradition, Saphir, Fuggle, Perle, Saazer, Tettnanger.

Le piante che si ambientano meglio sono quelle di origine americana, californiana nello specifico,  ma ci sono anche varietà nord europee e vedremo l’evoluzione nel corso del tempo.

“La nostra è una birra davvero a km0, con le distese d’orzo il luppoleto e a breve anche la malteria, entro il prossimo anno, di fronte al birrificio. La filiera parte dalla terra, arriva alla malteria e passa alla birrificazione fino all’utilizzo degli scarti, le trebbie, per produrre farine e prodotti da forno di elevato valore nutraceutico”, spiega Maurizio Zecca, patron di Birra Salento.

Dai primi fiori si evince che le piante abbiano trovato la loro strada e  siano cresciute al meglio, nel campo da tre ettari di fronte al birrificio. Il primo raccolto, quello di oggi, sarà utilizzato per la creazione di birre artigianali con luppolo fresco, che sarà messo in infusione nella sala cottura dei birrifici Birra Salento e Officine Birrai.

 Segui NardoNews24 anche su Whatsapp e Telegram

- Advertisement -

Ti potrebbe interessare

APPUNTAMENTO A NARDÒ CON GAETANO CORTESE IN “SUPPONIAMO CHE RINO”

0
Sabato 20 aprile l’Associazione Nardò Bianconera ci invita a partecipare nella splendida cornice del Teatro...

DOMANI C’È ADDIRITTURA PADRE, LO SPETTACOLO DI SALVATORE COSENTINO

0
È in programma domani, venerdì 19 aprile, al Teatro comunale di corso Vittorio Emanuele II...

OFFESE IN CONSIGLIO: IL COMPORTAMENTO DI GATTO UNA BRUTTA PAGINA DI SESSISMO E IGNORANZA

0
Sentiamo il dovere di censurare parole e gesti del consigliere Alberto Gatto nel corso della...

Seguici sui nostri canali

9,002FansMi piace
- Advertisement -spot_imgspot_img

Articoli recenti

- Advertisement -