Home Cronaca LICENZA SOSPESA PER UNA NOTA DISCOTECA DI BAIA VERDE

LICENZA SOSPESA PER UNA NOTA DISCOTECA DI BAIA VERDE

ramundo
ARTE ORAFA
materassi
toma casa
andreina
new pergola_pergola
banner fiorentino
neretum
lavaggio cani
555

Nel primo pomeriggio di oggi 24 agosto, gli agenti del Commissariato di P.S. di Gallipoli hanno notificato ed eseguito il decreto ex art. 100 T.U.L.P.S. emesso dal Questore della Provincia di Lecce, che dispone la chiusura e sospensione della licenza per 15 giorni ad una nota discoteca di Baia Verde.

Le motivazioni che hanno determinato il provvedimento risiedono nei numerosi episodi, avvenuti nel mese in corso, di risse e aggressioni iniziate all’interno del locale o nelle immediate pertinenze, con il coinvolgimento di diversi giovani avventori, alcuni dei quali hanno riportato lesioni personali, senza che tali eventi siano mai stai segnalati alle Forze di Polizia dal gestore o dal responsabile della security, richiedendone l’intervento al fine di prevenire ulteriori conseguenze ed avviare le indagini atte a consentire l’individuazione dei responsabili.

Dalle indagini è stato rilevato che tali episodi, gravemente pregiudizievoli per l’ordine e la sicurezza pubblica, siano stati, se non causati, quanto meno favoriti dallo stato di alterazione psicofisica dovuto all’abuso di bevande alcoliche, somministrate in alcuni casi, all’interno della discoteca, anche a minorenni e infra quattordicenni, in violazione della normativa vigente.

Tali condotte, che costituiscono oggettivamente un pericolo per l’ordine e la sicurezza pubblica, hanno indotto il Questore di Lecce ad adottare il provvedimento inibitorio in questione al fine di evitare il verificarsi di ulteriori avvenimenti pregiudizievoli per la sicurezza pubblica, rivestendo le violazioni accertate carattere di gravità ed allarme per i cittadini.

Articolo precedentePIANO MOBILITÀ PER LA FESTA PATRONALE, LE PRINCIPALI MISURE
Articolo successivoMINACCIANO IL TITOLARE DI UN “KEBAB” IN PRESENZA DEI CLIENTI: ARRESTATI DALLA POLIZIA DI STATO DUE PAKISTANI