Home Cronaca INCIDENTI IN AUMENTO, IL PRESIDENTE GABELLONE INCONTRA IL PREFETTO

INCIDENTI IN AUMENTO, IL PRESIDENTE GABELLONE INCONTRA IL PREFETTO

ramundo
ARTE ORAFA
materassi
toma casa
andreina
new pergola_pergola
banner fiorentino
neretum
lavaggio cani
555

Alle ore 16.00 una delegazione del Consiglio direttivo dell’Associazione Alla Conquista della Vita è stata ricevuta in Prefettura a Lecce, dalla dott.ssa Federico Guendalina Vicario di Sua Eccellenza dott.ssa Maria Rosa Trio.

All’incontro oltre al Presidente dell’Associazione ACdV, dott.Hc. Walter Gabellone erano presenti il vicepresidente dott. Lorenzo Durante, il segretario Alberto Minerba ed i consiglieri Ciaccia Giuseppe, Manca Francesca e Vergari Ettore.

Il motivo dell’incontro è il vertiginoso e preoccupante incremento, soprattutto negli ultimi mesi, degli incidenti stradali gravi. Il Presidente Gabellone ha fornito al Vice Prefetto un elenco dettagliato dei sinistri con vittime della strada dell’ultimo periodo. Una strage senza fine, un bollettino di guerra, numeri che purtroppo se non si interviene con celerità sono destinati a crescere.

Il presidente Gabellone informava inoltre il vicario che sta lavorando per mettere insieme altre realtà associative della provincia, per meglio diffondere in ogni dove una prigetti di sensibilizzazione e insieme lavorare per scongiurare il più possibile le stragi stradali.

La proposta dell’Associazione è suddivisa in due fasi, quella urgente è legata ad un incremento delle forze

dell’ordine e degli organismi preposti e competenti per vigilare su un territorio, il Salento, che nei mesi estivi quadruplica la popolazione con l’arrivo dei turisti e dei fuori sede che rientrano: ci si augura un

impegno maggiore da parte delle istituzioni, ci si augura che alle forze dell’ordine vengano messe a disposizione più risorse, anche economiche, in maniera tale da avere più controlli su tutto il territorio in maniera quasi capillare, in maniera tale da far rispettare il codice della strada perché sappiamo bene che basta vedere una pattuglia ferma con i lampeggianti accesi che spesso ci si ricorda di mettere la cintura di sicurezza, di rallentare o di lasciar perdere lo smartphon, infine si e anche richiesto un tavolo con la partecipazione dei Sindaci di tutti i Comuni della Provincia di Lecce ed insieme a loro, cercare le soluzioni atte a scongiurare tragedie nei loro.comuni

La seconda fase proposta è quella di fare lezioni di sicurezza stradale nelle scuole, a partire dagli ultimi anni delle scuole primarie, cosa che l’Associazione alla Conquista della Vita ha sempre fatto: educare alla sicurezza stradale in determinate fasce di età è fondamentale per preparare civilmente e civicamente il futuro di tutti noi. Quando si parla di utenti della strada non si parla soltanto di automobilisti o individui patentati, bisogna pensare anche agli utenti della strada come i pedoni, i ciclisti, bisogna capire che il sistema è molto complesso ma se venissero rispettate le regole, la fruizione dello spazio stradale sarebbe senza ombra di dubbio meno pericolosa.

La dott.ssa Federico si è mostrata particolarmente attenta alle istanze della delegazione presente, dando rilievo a quelli che sono i numeri angoscianti dei sinistri nella provincia di Lecce, dichiarando di mettere a disposizione quanto in suo potere per migliorare la situazione attuale, confrontandosi e collaborando anche con la stessa Associazione.

Ovviamente dall’incontro emerge che non basterà avere più controllo sul territorio, certamente non basterà fare educazione stradale per fermare gli incidenti stradali, bisogna prima di tutto GUIDARE CON PRUDENZA E RESPONSABILITA’.

Per concludere, il Presidente ringrazia la Prefettura di Lecce nella persona di Sua Eccellenza dott.ssa Trio per l’ascolto e l’accoglienza e regala lo slogan che accompagna l’Associazione da quasi 20 anni, nella speranza che possa essere da monito per qualcuno:

E’ MEGLIO PERDERE UN SECONDO NELLA VITA CHE LA VITA IN SECONDO.

Articolo precedenteDETENZIONE AI FINI DI SPACCIO DI SOSTANZA STUPEFACENTE, ARRESTATO IN FLAGRANZA DI REATO UN CITTADINO ALBANESE
Articolo successivoL’AUTO SI RIBALTA SULLA LEVERANO-COPERTINO: 17 ENNE IN CODICE ROSSO