TARI – A GALATONE BOLLETTE PIÙ LEGGERE E AIUTI PER FAMIGLIE E IMPRESE

 TARI – A GALATONE BOLLETTE PIÙ LEGGERE E AIUTI PER FAMIGLIE E IMPRESE
Stefania
Piccione
Mov5
leuzzi

Ok del Consiglio comunale al piano finanziario sui rifiuti: riduzioni fino al 50% per le famiglie con reddito basso, taglio del 100% della parte variabile per le attività commerciali più colpite dalla pandemia

Il Consiglio comunale di Galatone che si è riunito lo scorso 29 luglio ha approvato il piano finanziario e le tariffe per la raccolta e smaltimento dei rifiuti.

“Il grande sforzo di risanamento e razionalizzazione finanziaria – dichiara l’assessore al Bilancio e ai tributi, Maurizio Pinca – ha consentito la validazione da parte di AGER (l’Agenzia territoriale della Regione Puglia per il servizio di gestione dei rifiuti) di un piano economico di circa 3 milioni di euro, con un risparmio generalizzato medio in bolletta di circa il 5%. A questo si aggiunge finalmente per la prima volta l’applicazione della TARI Sociale con la riduzione del 50% della tariffa per le famiglie con un reddito ISEE fino a 10mila euro e del 30% per i redditi ISEE sino a 15mila euro.

L’amministrazione comunale ha inoltre prestato particolare attenzione per le attività produttive che sono state duramente colpite dalla pandemia con una riduzione totale del 100% della parte variabile per estetisti, parrucchieri e barbieri e per i commercianti ambulanti del mercato settimanale. Analoga esenzione per palestre, piscine e impianti sportivi, cinematografi e teatri, discoteche, sale da ballo e simili, associazioni non profit, luoghi di culto, biblioteche, musei, scuole”.

Il 50% di riduzione è stato poi applicato a negozi di abbigliamento, di calzature, di beni durevoli, come anche a ristoranti, pizzerie, trattorie, bar, pasticcerie, gelaterie; uffici, agenzie e studi professionali.

Il 30% di riduzione spetterà invece per autorimesse e magazzini senza vendita diretta, alberghi con e senza ristorazione, attività artigianali di elettricista, falegname, idraulico e fabbro, profumerie, autofficina, carrozzeria, elettrauto, attività industriali con capannoni di produzione, attività artigianali di produzione di beni specifici.

È poi prevista una riduzione a domanda del 20% per tutti gli altri esercizi di vicinato, non ricompresi nelle riduzioni d’ufficio ad esclusione dei supermercati, e per edicole, librerie e cartolerie, che abbiano subito una perdita di almeno il 30% sul fatturato 2020 rispetto all’esercizio 2019.

Nello stesso Consiglio si è proceduto alla verifica degli equilibri di bilancio. “Una ricognizione – afferma il sindaco di Galatone, Flavio Filoni – che ha evidenziato l’assoluta stabilità raggiunta dai conti pubblici. L’attività di ottimizzazione delle spese e di razionalizzazione delle entrate ha consentito la diminuzione tariffaria e il consistente aiuto per le imprese e per le famiglie in difficoltà. Riportare in ordine i conti, che avevamo trovato disastrati all’inizio del nostro mandato, è stato fondamentale per alleggerire il carico della pressione fiscale a vantaggio della comunità”.

Correlati