NATI PER LEGGERE: PARTE IL PROGETTO DELL’ASSESSORATO ALLA CULTURA DEDICATO A BAMBINI E FAMIGLIE

 NATI PER LEGGERE: PARTE IL PROGETTO DELL’ASSESSORATO ALLA CULTURA DEDICATO A BAMBINI E FAMIGLIE
Digiqole ad

Una iniziativa tutta dedicata ai bambini e alla straordinaria importanza della lettura, sin dalla più tenera età. Parte Nati per leggere al parco!, il progetto dell’assessorato alla Cultura che ha messo a punto vere e proprie “sessioni” di letture collettive animate per bambini e famiglie sino a sei anni, durante tutta l’estate. Il primo appuntamento è lunedì 5 luglio al Jungle Parco Raho dalle ore 18 alle 20, gli altri sono in programma ogni lunedì di luglio e agosto al Jungle e in altri luoghi a tema che verranno comunicati. Basta portare un comodo cuscino per poter stare sull’erba e attendere di “viaggiare” nel tempo e nello spazio con le storie più belle della letteratura per bambini. Si tratta di un progetto in collaborazione con Archeoclub Terra d’Arneo e Jungle Parco Raho, per informazioni è utile contattare il numero di telefono 320 9459027 (Antonietta).   

“Mi piace molto l’idea – spiega l’assessore alla Cultura Ettore Tollemetoche tanti bambini possano avvicinarsi al meraviglioso mondo della lettura, per questo pensiamo che “Nati per leggere al parco” sia una bella opportunità e spero di poter vedere tanti piccoli accompagnati dai loro genitori. La lettura è preziosa e va coltivata. Per questo, dopo “La Biblioteca va a scuola”, con cui abbiamo reso protagonisti i bambini dai 3 ai 6 anni, abbiamo predisposto l’acquisto di 150 nuovi libri per il progetto “Nati per leggere”, dedicato invece ai bambini da 0 a 3 anni, già ben radicato nella nostra città. Vogliamo lasciare un segno, fare qualcosa di importante per i nostri concittadini più giovani, seminare per avere domani cittadini adulti che leggono e che sono più maturi e consapevoli”.

Anche questa iniziativa ha il marchio di “Librarsi – le rotte della cultura”, con cui l’amministrazione comunale accompagna tutte le iniziative sui libri e la lettura. Un’idea nata grazie al lavoro dell’assessorato alla Cultura che ha voluto identificare con un concetto unitario e con una rappresentazione grafica sintetica l’insieme dei tanti progetti che ruotano appunto attorno al libro, uno dei principali asset culturali. C’è il marchio di “Librarsi”, infatti, anche su altre iniziative come “La biblioteca va al parco”, “La biblioteca va a scuola” o “Tutti per uno, libri per tutti”, nel solco di tutto quello che sul tema è stato fatto in questi ultimi anni: il Salento Book Festival, Nardò “citta che legge” e il progetto Guardiani del tempo, l’adesione al progetto nazionale Nati per leggere, le tante presentazioni di libri e le altrettanto numerose iniziative sui libri e la lettura dei musei e dei contenitori culturali della città.

Correlati

Grande o piccolo, ogni contributo è prezioso.

X