NUOVA VITA PER IL VILLAGGIO SANTA RITA

 NUOVA VITA PER IL VILLAGGIO SANTA RITA
Digiqole ad

La giunta comunale ha approvato il progetto definitivo, per un importo di 2milione e 770mila euro, finalizzato alla riqualificazione del quartiere denominato Villaggio Santa Rita (il rendering nell’immagine), un complesso edilizio nato negli anni ‘80.

Si tratta del terzo intervento, dopo i progetti relativi a via Beato Egidio e a piazza Sant’Antonio, che l’amministrazione candida per ottenere i contributi statali messi a disposizione dal governo con il Dpcm del 21 gennaio scorso a favore di investimenti per la rigenerazione urbana, il decoro e l’abbattimento dei fenomeni di marginalizzazione e degrado.

“Il Villaggio Santa Rita – dice il sindaco Flavio Filoni – avrà finalmente la bellezza che merita. Da interi lustri l’immagine del quartiere è quella di una periferia senza servizi e con una manutenzione degli spazi pubblici non adeguata. Pensato originariamente per un uso prevalentemente stagionale e turistico, grazie alla posizione strategica, alla gradevolezza del clima per la vicinanza al mare ed alla specificità ambientale per la presenza del Sito di interesse comunitario di Montagna Spaccata Rupi San Mauro, il quartiere potrà finalmente liberare tutte le sue potenzialità ancora inespresse. E per il raggiungimento di questa prima prima tappa verso la rigenerazione è stata fondamentale – evidenzia il primo cittadino – anche la collaborazione del consigliere comunale delegato al Villaggio Santa Rita, Salvatore Liquori: conoscendo meglio di altri le reali esigenze del quartiere, il suo apporto è stato un valore aggiunto per ottimizzare le proposte progettuali”.

Il progetto messo in campo dall’amministrazione punta al recupero e alla rivalorizzazione del tessuto edilizio e dei servizi del Villaggio Santa Rita.
“Si tratta di un percorso di recupero urbano – afferma la vicesindaco e assessore all’urbanistica, Caterina Dorato – che passa attraverso alcuni interventi strategici per la collettività e per garantire il decoro che un’area del genere merita. Durante la bella stagione il quartiere accoglie turisti e villeggianti, ma sta dimostrando anche grande capacità attrattiva nei confronti di tanti che hanno scelto di stabilirsi definitivamente nel Villaggio Santa Rita. Questo progetto segnerà il cambio di passo, la svolta attesa da decenni che trasformerà l’intera area. Una serie di opere che aumenterà l’attrattività durante tutto l’anno”.

Ecco gli interventi in programma. “Saranno completate – spiega l’assessore ai lavori pubblici, Biagio Gatto – le urbanizzazioni e si procederà con l’ammodernamento del sistema viario. Gli impianti sportivi esistenti saranno riqualificati e ne sorgeranno altri. Saranno completati l’impianto natatorio e i servizi, come vasca, spazi esterni e cabine spogliatoio, rimasti in sospeso. Con la riqualificazione sorgeranno due piscine: una per bambini e per persone con ridotta mobilità, e un’altra per tutti gli altri utenti. E ancora un campo di calcio a 5, un campo da tennis e due campi di padel. Ma anche nuovi spazi verdi con arbusti e piante autoctone, nuovi spazi pubblici e piazze per l’aggregazione e la socialità. Al termine dell’opera di riqualificazione, il Villaggio Santa Rita – annuncia l’assessore Gatto – assumerà la denominazione di Marina di Galatone. Gli interventi serviranno per rivitalizzare e riqualificare un quartiere che si candida ad essere un vero polo di attrazione turistica a due passi dal mare”.

Correlati

Grande o piccolo, ogni contributo è prezioso.

X