La sceneggiatura prende spunto da storie vere. Dino Asfaldo sceglie di usare il web per lanciare un messaggio contro tutte le forme di discriminazione.

A loro e a tutte le altre vittime di bullismo e cyberbullismo, sempre più numerose, è dedica il cortometraggio ”Chiamatemi per nome.”

Il cortometraggio partecipa alle selezioni 2020 dell’Accademia del Cinema Italiano Premi David di Donatello.