Un’ordinanza del sindaco chiude l’attività di panificazione per un noto neretino della città. Il provvedimento, firmato e notificato d’urgenza, è giunto nelle scorse ore nelle mani dell’interessato.

A seguito di alcune ispezioni effettuate nell’esercizio sono emerse gravi mancanze di carattere sanitario tanto da obbligare la sospensione dell’attività previste dalla licenza di panificatore.

L’imprenditore dovrà adeguare la struttura alle prescrizioni che gli sono state imposte dai NAS, ASL e altri enti deputati alla verifica delle condizioni di pulizia e igieniche. Il punto vendita collegato al forno, invece, non ricade nella chiusura e potrà continuare a vendere altri prodotti o prodotti da forno provenienti da altri impianti di produzione.