Mellone mette in ginocchio il centro storico, abbandona i commercianti e dimentica i residenti… ma poi ci mette tante pezze!

Se da un lato credo che il tema ZTL debba essere sottratto allo scontro politico, dall’altro non possono passare sotto silenzio i continui grossolani errori che questa amm.ne continua a commettere e i successivi puerili tentativi di coprire tale incapacità.

Ed è bene chiarire che il tema non può essere ZTL, si o no! La ZTL è una scelta di civiltà, oltre che di amore per il nostro patrimonio architettonico e culturale. E le conquiste ottenute dalla precedente amm.ne con la creazione dell’Area Monumentale -che dovrebbe anzi essere allargata (come da progetto iniziale) a Piazza Pio XI e Via Gabellone- non possono essere rimesse in discussione!!!

Il problema è la superficialità e l’impreparazione con cui Mellone ha operato certe scelte, e la disinvoltura con cui poi ci mette una pezza, sperando che la gente non si accorga dei danni che quelle scelte stanno causando.

Non c’è stato infatti alcuno studio che valutasse le criticità delle diverse aree del borgo, così da prevedere settori diversi con regolamentazioni diverse; non sono state previste modalità e tempi diversi a seconda delle stagioni; è stata ignorata la soluzione delle “finestre orarie” (già attuate con successo per l’area monumentale) che avrebbero consentito, a chi ne avesse avuto necessità, di accedere in determinati orari, evitando il rilascio di una miriade di pass giornalieri o occasionali.

Ma soprattutto: 1) non c’è stata alcuna gradualità nell’attuazione della ZTL, salvo poi a camuffare le continue marce indietro (disapplicando il regolamento e non facendo le multe) con la ridicola trovata della “sperimentazione”, che grottescamente oggi Mellone proroga addirittura al 14/7; 2) non ci sono state misure a sostegno delle categorie su cui maggiormente incidono le limitazioni imposte, nè tantomeno investimenti o iniziative che bilanciassero l’inevitabile calo di presenze nella prima fase di attuazione.

Insomma da Mellone solo propaganda elettorale, arroganza e impreparazione!

Ciononostante Mellone arraffa meriti che non sono suoi, sbandierando ad es. il successo di “Circonauta” (manifestazione nata con la precedente Amm.ne); o addirittura scrive di destagionalizzazione in atto, lui che non ha neppure capito che mai come quest’anno, per sostenere l’avvio della ZTL, avrebbe dovuto aprire in anticipo (maggio/giugno) la stagione estiva con mirate manifestazioni di spessore, in grado di attrarre turisti nel borgo e sostenere gli esercizi commerciali.

Maurizio Leuzzi, ex assessore ed attuatore dell’Area monumentale con la precedente Amministrazione