La richiesta è di restituzione dell’indispensabile strumento medico per diabetici. Lo sfortunato protagonista della vicenda è un turista di origini mantovane al quale, nel pomeriggio di mercoledì, ignoti hanno sottratto un borsello mentre lui era in acqua.

All’interno, però, non vi erano soltanto pochi contanti e i documenti, ma un computer di piccole dimensioni, collegato a un microchip sottocutaneo del paziente diabetico.

Il dispositivo medico è necessario all’uomo per valutare i livelli glicemici nel sangue. Il furto è stato immediatamente denunciato presso la caserma dei carabinieri neretina, ma il malcapitato ha lanciato un appello anche via social network.