I vecchi detti ritornano sempre nell’attualità come tutti i corsi e ricorsi storici. Nella nostra città il famoso “Cicciu toccame! Mamma Cicciu sta mi tocca” è stato utilizzato da Andare Oltre,in un articolo di stampa, per spingere l’opposizione a fare il proprio lavoro.

Il vero problema è, come sempre, che questi ragazzi sembrano godere nel crogiolarsi in un masochismo perenne poichè, anche quando non vengono attaccati, cercano di trovare un pretesto per alimentare inutili guerre che spesso finiscono per ritorcersi contro.

Infatti non è possibile esprimere una considerazione diversa sulla nuova uscita del Segretario Cittadino Luigi Maritati che in un comunicato a sua firma afferma: ” Il caldo dell’estate fa evaporare la minoranza. Si mettano L’anima in pace i contrari a prescindere: la città è con noi.” 

Ponendo l’indice soprattutto sulla giusta scelta, secondo il loro punto di vista, di approvare il nuovo villaggio voluto dai ricchi investitori inglesi. A questo punto occorre ricordare, al nuovo responsabile, a tutti i componenti del movimento, ma soprattutto ai fondatori e mentori, Il Sindaco Mellone e il Cavaliere all’Ambiente Graziano De Tuglie, la poca memoria sull’argomento Sarparea, che oggi è stato sdoganato come un progetto vincente mentre sino a ieri era considerato, dai due Demagoghi, come un ecomostro da non far sorgere nel modo più assoluto sul nostro territorio.

Abbiamo ascoltato per anni Mellone urlare dagli “scranni” dell’opposizione : “Ribadiamo il nostro deciso no alla realizzazione di una struttura, Oasi la Sarparea, che non porterebbe alcuna ricchezza al territorio.” e dalla voce altrettanto, allora, autorevole e decisa dell’ambientalista, Graziano De Tuglie che confermava l’indirizzo : ” Si può accettare il restauro, il recupero e il riuso di vecchi manufatti esistenti rispettando stili e codici estetici ma non si può aggiungere ulteriore volumetria anche in considerazione che quelle previste dagli strumenti urbanistici sono abbondantemente esaurite. Nei loro paesi questi signori non si permetterebbero mai di sfregiare zone incontaminate con vestigia architettoniche ma anche paesaggistiche e ambientali perché le leggi non lo consentono, lo fanno qui perchè ci considerano poco più che colonie. Facendo leva sull’opinione pubblica stremata da anni di crisi col ricatto occupazionale e con promesse di ricadute economiche molto aleatorie.Il solito gioco degli esploratori che offrono perline di vetro in cambio di tonnellate d’oro”.

Riascoltando queste parole appare facile rispondere, facendo ricorso alle contraddizioni evidenti, al vano tentativo di arrampicarsi sugli specchi posto in essere dai giovani leoni di Andare Oltre a meno che non trovino delle valide giustificazioni per disconoscere il loro recente passato.

La Coerenza è una virtù che non funziona a corrente alternata è un dono innato si possiede oppure No! Sicuramente dalle parole usate ieri e rinnegate, con altrettanta forza, oggi, è estremamente chiaro di come questo pregio, riservato a pochi, ma fondamento necessario nei personaggi della politica, non faccia parte delle doti principali di questo gruppo dalla poca memoria e dei suoi fondatori altrettanto poco ferrati nei ricordi.

Continuare a mentire sullo scarico a mare poi (come mai il PTA è stato modificato solo per il depuratore di Manduria?) e utilizzare i balletti e gli spettacoli per coprire le azioni distruttive da compiere sul territorio è solo una vana speranza di rendere meno amari i risultati finali delle stesse contraddittorie operazioni. A breve tutti i nodi verranno al pettine e per Mellone e la sua armata Brancaleone non ci sarà più alcuna giustificazione per evitare le “Forche Caudine” volute dal popolo, sinora offuscato dalla pura propaganda senza contenuti. Godetevi in pace questo momento di gloria e non stuzzicate più di tanto il can che dorme perchè al brusco risveglio potrebbe riservarvi delle brutte sorprese!