Home Spettacolo&Cultura LA SETTIMANA DI PREGHIERA PER L’UNITÀ DEI CRISTIANI NELLA DIOCESI DI NARDÒ-GALLIPOLI

LA SETTIMANA DI PREGHIERA PER L’UNITÀ DEI CRISTIANI NELLA DIOCESI DI NARDÒ-GALLIPOLI

ramundo
ARTE ORAFA
materassi
toma casa
andreina
new pergola_pergola
banner fiorentino
neretum
lavaggio cani
555
sd arreda

La Diocesi di Nardò-Gallipoli, per la Settimana di Preghiera per l’Unità dei Cristiani di quest’anno, ha progettato due serate di preghiera e riflessione. La tematica scelta è molto delicata e sempre attuale e si esprime nel discorso diretto del profeta Isaia 1,17:   “Imparate a fare il bene, cercate la giustizia”.

I due eventi sono stati affidati e quindi organizzati dalla Commissione per l’Ecumenismo e il Dialogo Interreligioso, si terranno il primo, a Galatone il 18 gennaio, alle ore 19.00, presso la Chiesa del Sacro Cuore di Gesù, dove è prevista la Veglia di preghiera con gli interventi del Vescovo di Nardò-Gallipoli Fernando Filograna, Giovanni Giannoccolo (Protopresbitero greco-ortodosso), Tommaso Carpino (Pastore Pentecostale della Chiesa Evangelica Internazionale). Il secondo evento, è la Tavola rotonda ecumenica, che si terrà il 26 gennaio alle ore 19:00 presso la Chiesa di San Gerardo Maiella a Nardò;  dal titolo “La verità di Cristo nell’esistenza umana: Vite esemplari” (Nektarios di Egina, Madre Teresa di Calcutta, Martin Luther King). Interverrano il Vescovo di Nardò-Gallipoli Fernando Filograna, Isabelle Bernardini (Direttrice della Biblioteca della Sacra Arcidiocesi Ortodossa d’Italia e Malta “Kallinokos Lystron”), Salvatore Cipressa (Direttore dell’Ufficio diocesano per l’ecumenismo e il dialogo interreligioso), Gabriele Bertin, (Pastore valdese). Modererà la serata Lara Carrozzo (Docente di Lettere). La serata sarà allietata dalle incursioni musicali del M° Francesco del Prete (violino).

La storia mostra che invece di riconoscere la dignità di ogni essere umano creato a immagine e somiglianza di Dio, gli uomini si sono troppo spesso coinvolti in strutture di peccato come la schiavitù, la colonizzazione, la segregazione, l’apartheid, che hanno privato le persone della loro dignità, adducendo il falso motivo della razza. La Settimana di preghiera per l’Unità dei Cristiani è il momento più adatto per riflettere sulle divisioni tra le Chiese, tra le confessioni e la più ampia famiglia umana.

Articolo precedenteQUALE SCUOLA SCEGLIERE? APPUNTAMENTO CON IL “VILLAGGIO DELL’ORIENTAMENTO”
Articolo successivoIL TORO CADE ANCORA: FESTEGGIA RAVENNA