Home Cronaca ULIVI PER SOSTENERE IL PAESAGGIO E I PROPRIETARI E CONDUTTORI DI FONDI

ULIVI PER SOSTENERE IL PAESAGGIO E I PROPRIETARI E CONDUTTORI DI FONDI

ramundo
ARTE ORAFA
materassi
toma casa
andreina
new pergola_pergola
banner fiorentino
neretum
lavaggio cani
555
sd arreda

Il Comune di Nardò scende in campo a tutela degli ulivi e del paesaggio con PiantiamOli, un progetto sperimentale che mira a combattere gli effetti devastanti della Xylella. Arriva un bando, infatti, per l’assegnazione gratuita a proprietari e conduttori di fondi agricoli di piante di olivo cosiddette “resistenti”, cioè appartenenti alle cultivar Leccino e Fs17 (Favolosa). Il bando ha lo scopo proprio di selezionare chi ha diritto all’assegnazione, cioè coloro che non hanno mai beneficiato di nessun aiuto pubblico e non abbiano fatto richiesta del piano straordinario per la rigenerazione olivicola della Puglia (gli interventi compensativi a sostegno delle imprese agricole). Le piante dovranno essere messe a dimora sul territorio comunale.

Il progetto promuove l’impianto di oliveti, garantendo il mantenimento e il miglioramento dei caratteri, della struttura e dell’articolazione del paesaggio agrario devastato dal batterio della Xyella. Il Comune si occuperà dell’acquisto, della consegna delle piante e della verifica dell’avvenuta realizzazione degli impianti arborei di carattere produttivo. Le piante avranno un’altezza minima di circa un metro e un’età tra 1 e 2 anni e saranno fornite di apposito “cartellino-sigillo” indicante la certificazione, la cultivar (certificazione genetica), lo stato sanitario (certificazione sanitaria), il codice produttore, l’anno di produzione e il codice Istat della regione in cui il Servizio Fitosanitario ha svolto la supervisione (tracciabilità della filiera di produzione). Gli olivi assegnati a ciascun soggetto, avente diritto in base alla graduatoria, andranno da un minimo di 30 fino ad un massimo di 290 piante. In considerazione dei tempi necessari alla riproduzione in vivaio delle quantità di piante necessarie, le assegnazioni saranno effettuate tra primavera e autunno prossimi.

La richiesta deve essere redatta, a partire da oggi, compilando i moduli previsti e deve pervenire al Comune tramite consegna a mano presso il protocollo dell’ente o mediante posta elettronica alla casella protocollo@pecnardo.it. La documentazione deve essere inviata entro il 31 gennaio 2023.

I moduli e ogni altra informazione su requisiti, criteri per la formazione della graduatoria, obblighi dei beneficiari sono disponibili al link https://www.comune.nardo.le.it/it/news/progetto-sperimentale-piantiamoli-per-il-recupero-del-paesaggio-agrario-con-assegnazione-gratuita-di-piante-dolivo-resistenti-alla-xylella, telefonando al numero 0833 838706 o scrivendo all’indirizzo di posta elettronica a.produttive@comune.nardo.le.it.

“La Xylella – spiega il sindaco Pippi Mellone – ha creato ingentissimi danni alla filiera olivicola e ha devastato il paesaggio agrario lasciandoci un triste panorama di alberi secchi e brulli. Abbiamo ritenuto di dover intervenire in considerazione della vocazione agricola del nostro territorio, promuovendo una iniziativa a sostegno di piccoli proprietari e conduttori di fondi agricoli e della riqualificazione del paesaggio. Che, ovviamente, è patrimonio naturale e storico-culturale di ogni territorio”.

“È un progetto sperimentale – aggiunge il consigliere delegato all’Agricoltura Pierpaolo Giuri – finalizzato all’impianto di nuovi oliveti “resistenti” alla Xylella, quindi con piante appartenenti alle cultivar Leccino e Favolosa. È un modo per compensare in qualche modo quei proprietari e conduttori di fondi che hanno visto in poco tempo incenerirsi interi campi di ulivo e per ripristinare pezzi del nostro caratteristico paesaggio agricolo”.

Articolo precedenteARPAL, NEL LECCESE 349 OFFERTE DI LAVORO. CRESCONO LE OPPORTUNITA’ NEL TURISMO E NEL TAC
Articolo successivoGIOCHI INCLUSIVI ALL’URBAN PARK E A SANTA MARIA AL BAGNO