Home Cronaca GIOCHI INCLUSIVI ALL’URBAN PARK E A SANTA MARIA AL BAGNO

GIOCHI INCLUSIVI ALL’URBAN PARK E A SANTA MARIA AL BAGNO

ramundo
ARTE ORAFA
materassi
toma casa
andreina
new pergola_pergola
banner fiorentino
neretum
lavaggio cani
555
sd arreda

Arrivano i giochi inclusivi all’Urban Park di via Incoronata e all’area giochi di via Puccini a Santa Maria al Bagno. La Regione Puglia, infatti, ha finanziato un progetto del Comune di Nardò per rendere fruibili i due luoghi anche ai bambini con disabilità. Si tratta proprio di un bando della sezione Politiche Abitative dell’ente regionale per l’adeguamento dei parchi gioco comunali della Puglia alle esigenze dei bambini con disabilità. L’importo complessivo del progetto è di 20 mila 144 euro, di cui 10 mila totalmente a carico della Regione.

Queste risorse consentiranno l’acquisto di due “villaggi gioco” composti in totale da 23 diverse attrezzature, considerate particolarmente inclusive perché consentono il gioco contemporaneo di tutti i bambini, anche di quelli con disabilità motorie o sensoriali. L’accesso alle due aree è favorito dall’esistenza di rampe per carrozzine e da stalli per il parcheggio riservati. Non esistono impedimenti o barriere architettoniche che limitano la fruibilità alle persone con disabilità.

“Vogliamo con tutte le nostre forze – dice l’assessora alle Pari Opportunità Sara D’Ostuni – che i bambini della nostra città giochino insieme in luoghi accoglienti che prevengano l’isolamento e consentano a tutti di crescere al proprio ritmo e secondo le proprie capacità. L’inclusione giova a bambini normodotati o con disabilità perché stare e imparare dagli altri è una risorsa”.

“Anche i giochi – aggiunge la consigliera delegata alle problematiche dell’infanzia e ai diritti dei bambini Maria Giulia Manieri-Elia – sono leve da attivare per compensare le differenze e garantire l’accessibilità a tutti. Favoriscono la mobilità, le facoltà cognitive e, in generale, la socialità. Con queste nuove attrezzature le due aree saranno veramente alla portata di tutti”.

Articolo precedenteULIVI PER SOSTENERE IL PAESAGGIO E I PROPRIETARI E CONDUTTORI DI FONDI
Articolo successivo145 SANZIONI PER OLTRE 25 MILA EURO, IL BILANCIO 2022 DEGLI ISPETTORI AMBIENTALI