Home Cronaca BORSA DI STUDIO ALBERTO ZACCHINO A DUE STUDENTI DEL LICEO SCIENTIFICO IN...

BORSA DI STUDIO ALBERTO ZACCHINO A DUE STUDENTI DEL LICEO SCIENTIFICO IN MEMORIA DELLO STUDENTE SCOMPARSO

ramundo
ARTE ORAFA
materassi
toma casa
andreina
new pergola_pergola
banner fiorentino
neretum
lavaggio cani
555

Con una cerimonia intima e commovente la famiglia di Alberto Zacchino ha conferito due borse di studio ad altrettanti studenti meritevoli del Liceo Scientifico. Per volere dei genitori, infatti, è stata istituita la Borsa di Studio in memoria di Alberto Zacchino, studente serio ed educato che ci ha tragicamente e prematuramente lasciati il 9 ottobre del 2012 in seguito ad incidente stradale, durante il Quinto Anno del corso di studi.

La Borsa di Studio, ne rafforza e vivifica la memoria, invita e sollecita i giovani a credere fermamente nei valori dell’Amicizia, dell’Impegno, della Bontà.

Annualmente la borsa viene conferita allo studente che ha svolto il miglior percorso quinquennale di studi e che ha ricevuto la votazione massima all’Esame di Stato e questa volta, per recuperare il ritardo dovuto alla pandemia il conferimento è stato doppio: per l’anno scolastico 2020/2021 a riceverla è stato lo studente Gabriele Rubino e per l’anno scolastico 2021/2022 lo studente Filippo Antonio Ronzino. Entrambi hanno svolto il miglior percorso di studi e concluso l’esame con la votazione di 100 e Lode. Gabriele ha già intrapreso il percorso universitario e studia Matematica all’Università di Trento, Filippo si appresta a diventarlo e a giorni inizierà il suo percorso di Matematica per l’Intelligenza Artificiale presso l’Università Bocconi di Milano. Volontà della famiglia è proprio quella di sostenere uno studente meritevole nell’approccio al mondo universitario.

Dopo un’emozionante introduzione della Dirigente, un toccante ricordo della mamma di Alberto c’è stata la consegna delle Borse di Studio e degli Attestati di Merito. Gabriele e Filippo hanno voluto poi omaggiare la mamma di un Alberto con due mazzi di fiori.

Vogliamo ricordarti com’eri, Alberto, pensare che ancora vivi, che come i vecchi tempi ci ascolti e sorridi.

Articolo precedente“BATTITO D’ARTE” – BENESSERE TRA EMOZIONI, ARTE E TEATRO. NUOVA TAPPA QUESTA SERA AL CASTELLO DI NARDÒ
Articolo successivoVIDEO DENUNCIA – DISCARICA A CIELO APERTO DIETRO LA SPIAGGETTA DI PORTOSELVAGGIO E ZONA MANGANI