Home Offerte di lavoro ARPAL PUGLIA, 446 OFFERTE DI LAVORO NEL LECCESE. NEL TURISMO CRESCE RICHIESTA...

ARPAL PUGLIA, 446 OFFERTE DI LAVORO NEL LECCESE. NEL TURISMO CRESCE RICHIESTA PERSONALE NELL’ENTROTERRA

inglese
ramundo
ARTE ORAFA
ramundo 2
materassi
toma casa
andreina
new pergola_pergola
banner fiorentino
inglese
neretum

Dopo le oltre mille candidature arrivate in una settimana in risposta all’annuncio da 105 pulitori, scendono ora a 446 i posti di lavoro disponibili in provincia di Lecce, pari al -29 per cento rispetto a lunedì scorso. Nel dodicesimo report delle offerte di lavoro elaborato dall’Ufficio coordinamento Servizi per l’Impiego dell’Ambito di Lecce di Arpal Puglia, che promuove le vacancy quotidianamente pubblicate e aggiornate sul portale lavoroperte.regione.puglia.it, consultabile anche tramite App, si registrano 36 annunci relativi al settore turismo e ristorazione per un totale di 132 figure ricercate (pari a -19 per cento rispetto a sette giorni fa) e con un fenomeno che vede progressivamente diminuire i posti disponibili nelle località costiere e aumentarli nell’entroterra.

Sono, infatti, 14 le posizioni aperte nei comuni del Salento centrale, 7 a Lecce e nel suo hinterland, 56 nel Capo di Leuca (soprattutto a Ugento), 2 sulla costa adriatica e 53 su quella ionica. Si continuano, poi, a cercare cento addetti nelle cinque sedi salentine di un call center, 52 nel campo delle pulizie e multiservizi. Sono questi i settori in cui si hanno più possibilità di impiego, oltre a sanità privata e assistenza alla persona (24), costruzioni e impiantistica (47 posti), metalmeccanica (14), trasporti e riparazione veicoli (12), commercio (22). Disponibili, inoltre, 9 posti in ambito amministrativo e uno in quello informatico, 6 in quello ambientale-chimico-farmaceutico, 14 nel settore agricoltura-agroalimentare-manutenzione del verde, uno nell’artigianato, 5 nel tessile-abbigliamento-calzaturiero, 5 nell’industria del legno. Ai sensi dell’art. 1 L. 903/77, si precisa che la ricerca è sempre rivolta ad entrambi i sessi.

Tra le possibilità riservate alle persone con disabilità si segnala l’avviso pubblico di selezione riservato agli iscritti nell’apposito elenco speciale ex art.8 della legge 68/99 dell’Ambito territoriale di Lecce, per l’avviamento numerico di una unità lavorativa, a tempo pieno e indeterminato, con il profilo professionale di “Ausiliario” presso la sede distaccata di Lecce dell’Ufficio territoriale dell’Ispettorato centrale della tutela della qualità e repressione frodi dei prodotti agroalimentari Italia Sud-Est del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali. Sette, questa settimana, i posti riservati ad appartenenti alle categorie protette ex art.18 L. 68/99 (non disabili). All’estero, tramite la rete Eures, ci si può ancora candidare come educatori in asili nido e scuole cattoliche a Francoforte e per la raccolta stagionale di ortaggi, frutta e per il lavoro nei vivai del Belgio.

Per presentare la propria candidatura, basta cliccare sui codici offerta contenuti nel report per collegarsi direttamente ai relativi annunci presenti sul sito lavoroperte.regione.puglia.it. Dal portale, tramite Spid, si può direttamente inoltrare la candidatura oppure scaricare il modulo da compilare e inviare via mail ai Centri per l’Impiego.

Ci si può, in alternativa, recare direttamente nei Centri per l’Impiego, dove si può ricevere supporto nella compilazione dei moduli, servizi di orientamento e informazioni anche relative ad altre possibilità di impiego: gli sportelli sono aperti al pubblico tutti i giorni (dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 11.30; il martedì anche dalle 15 alle 16.30 e il giovedì pomeriggio su appuntamento) presso le sedi dislocate a Lecce, Campi Salentina, Casarano, Galatina, Gallipoli, Maglie, Martano, Nardò, Poggiardo, Tricase e presso l’Ufficio collocamento mirato disabili, che ha sede a Lecce in viale Aldo Moro (per info e contatti: www.arpal.regione.puglia.it).

Articolo precedenteABBACCI D’AUTUNNO – MERCOLEDÌ LA PRESENTAZIONE DEL LIBRO NELLA VILLA COMUNALE
Articolo successivoA GALATONE UN VIAGGIO NELLA STORIA DELLA CANZONE NAPOLETANA [VIDEO]