Home Sport I GRANATA CI METTONO IL CUORE MA NON BASTA

I GRANATA CI METTONO IL CUORE MA NON BASTA

ramundo
ARTE ORAFA
ramundo 2
materassi
toma casa
meetnes
plaisir
new pergola_pergola
banner fiorentino

Il Toro va a Chiusi per ritrovare la vittoria dopo la mancata conferma contro Roma, mentre la squadra di casa è costretta a vincere per rimanere nella zona playoff.

La Next sembra approcciare bene alla partita andando subito in vantaggio con una bomba di Leonzio (partita solidissima da parte sua) ma Chiusi piazza 6 punti di fila. La partita è governata da percentuali basse per entrambe le squadre che nel primo periodo commettono numerosi errori. Chiusi raggiunge il +7 ma Nardò, dopo un time-out, riesce a recuperare lo svantaggio e a chiudere il primo quarto sul punteggio di 15-15. 

Nel secondo quarto le due squadre si alternano nei vantaggi e le percentuali vengono vertiginosamente incrementate. Chiusi, come nel precedente periodo, riesce a recuperare numerosi rimbalzi offensivi e a sfruttare gli extra possessi e, grazie a questi, riesce a portarsi sul +5 prima del canestro di Amato che fa terminare il quarto per 43-40.
Al rientro dall’intervallo i neretini vanno in palla e subiscono un parziale di 9-2. Tuttavia il Toro non molla e trova un contro-parziale di 5-0. Il “solito” black-out dei neritini, tuttavia, consente a Chiusi di raggiungere addirittura il +16 e la penultima frazione di gioco finisce  67-53.
Nell’ultimo atto del match Chiusi sembra gestire la partita mantenendo la doppia cifra, sino agli ultimi 5 minuti nei quali i granata provano la rimonta andando sul -6 prima e sul -4 poi. Chiusi mette a segno una tripla fondamentale ma dall’altra parte Ferguson risponde con la medesima giocata e nell’azione successiva il Toro arriva a un solo possesso di margine con Bergstedt che fa 1/2 dalla lunetta. Nell’ultimo minuto Chiusi riesce a trovare due punti col tap-in di Ancellotti ma sul ribaltamento di campo Amato mantiene vivo il Nardò mentre Lester dalla lunetta fa 1/2 consentendo ai padroni di casa di rimanere con una sola tripla di vantaggio. Chiusi commette subito fallo ma Amato sbaglia entrambi i liberi. A nulla serve la tripla dello stesso Amato con la partita che si chiude sul punteggio di 83-79.

Articolo precedenteDA DOMANI I 13 MARTEDÌ DI S. ANTONIO: IN PREGHIERA PER LA PACE
Articolo successivoL’ACCOGLIENZA È UNA COSA SERIA! IL MESSAGGIO DI UN PARROCO