PER IL CENTENARIO DEL MILITE IGNOTO SBARCA A GALATONE LA MOSTRA ITINERANTE

 PER IL CENTENARIO DEL MILITE IGNOTO SBARCA A GALATONE LA MOSTRA ITINERANTE

“La grande Guerra – Fede e valore”. Quattro giorni per poterla visitare: dal 18 al 21 novembre.

Un viaggio nel cuore della Patria attraverso il solco delle emozioni e della memoria del nostro Paese.

La presenza in città di questa particolare testimonianza storica relativa alla Prima Guerra mondiale sarà inaugurata giovedì 18 novembre, alle 10, presso il Teatro comunale di Galatone, in via Armando Diaz 48, con la conferenza dal tema “Storia del Milite Ignoto”.

Interverranno il sindaco Flavio Filoni, il colonnello Pietro Maraglino, comandante militare Esercito Puglia, il professore Nicola Neri, docente di storia dei conflitti internazionali dell’Università Aldo Moro di Bari, e il tenente colonnello Mauro Lastella, capo sezione pubblica informazione del Comando militare Esercito Puglia.

La mostra “La grande Guerra – fede e valore” allestita dal Comando militare Esercito Puglia presso il frantoio semi ipogeo del palazzo Marchesale di Galatone, proprio nelle vicinanze del teatro comunale, fa tappa in città nell’ambito delle commemorazioni del centenario della traslazione del Milite Ignoto nel sacello dell’Altare della Patria.


La presenza dei giornalisti è particolarmente gradita e contribuirà a dare maggiore risalto alla manifestazione. La mostra resterà aperta da giovedì 18 a domenica 21 ogni giorno dalle 9 alle 12.30 e dalle 16 alle 20.

“È una iniziativa – commenta il sindaco Flavio Filoni – che assume un significato ancor più particolare in virtù del recente conferimento della cittadinanza onoraria del comune Galatone al Caduto senza nome. È una mostra che parla della nostra storia e del passato del nostro Paese, ma che guarda soprattutto al futuro. Attraverso questa esposizione che sta suscitando grande interesse in tutta la nazione si racconta una storia che si fa speranza, una storia che ci consegna un futuro di libertà e di pace da difendere e custodire. Un’iniziativa rivolta a tutti e in particolare ai nostri giovani e agli studenti. Una mostra che mette in luce l’esempio e la memoria viva di chi ha dato la vita per la Patria, di chi ha dimostrato il suo attaccamento ai valori e all’Italia fino all’estremo sacrificio. Un ringraziamento all’assessore Anna Rita Zuccalà e al consigliere comunale Salvatore Liquori per aver lavorato affinché questa mostra giungesse nella nostra Galatone”.