VIOLENZA SULLE DONNE: AL VIA IL REDDITO DI LIBERTÀ

 VIOLENZA SULLE DONNE: AL VIA IL REDDITO DI LIBERTÀ

C’è un nuovo strumento per favorire l’autonomia e l’emancipazione femminile: il REDDITO DI LIBERTÀ.

Proprio oggi infatti è stata pubblicata sul sito dell’Inps la circolare che istituisce il fondo destinato a erogarlo

Si tratta di un contributo riconosciuto dall’ente pensionistico alle #donne rimaste vittime di violenza e che si trovano in condizione di vulnerabilità o povertà.

Il sussidio, introdotto con il Governo Conte II, dal decreto-legge 19 maggio 2020 è supportato da uno stanziamento di 3 milioni di euro per il 2021 e prevede un’erogazione massima di 400 euro al mese per un periodo di tempo fino a 12 mesi.

Un sostegno economico concreto pensato per le donne seguite dai Centri antiviolenza nei percorsi di fuoriuscita da situazioni di abusi e vessazioni; 


Senza indipendenza economica infatti, non c’è vera autonomia abitativa e personale!

Per facilitare la presentazione telematica delle domande, è stata predisposta una specifica piattaforma di collegamento con i Comuni italiani che permetterà di inoltrare l’istanza redatta dalle interessate.

Soave Alemanno

Commissione Attività produttive e Finanze | Camera dei Deputati
Membro della Giunta delle elezioni

Membro del comitato etico di condotta
Gruppo parlamentare MoVimento 5 Stelle