IL TORO NON TROVA IL TRIS, PASSA SCAFATI AL PALAPENTASSUGLIA

 IL TORO NON TROVA IL TRIS, PASSA SCAFATI AL PALAPENTASSUGLIA

Un secondo quarto da dimenticare condanna la Pallacanestro Next Nardò alla prima sconfitta stagionale contro un’ottima Givova Scafati.

La squadra allenata da coach Gandini parte bene tenendo testa alla squadra di coach Rossi. Protagonista del primo quarto è Thomas che sembra ricalcare le ultime prestazioni. Nardò, così, chiude in vantaggio di un punto il primo quarto.
Nel secondo quarto, però, Scafati aumenta la pressione difensiva, mettendo in difficoltà i granata che non riescono a trovare soluzioni in attacco.
La Givova, forte di un roster di indubbio spessore, continua a macinare gioco, allungando sull’avversario fino a chiudere il primo tempo in vantaggio di 16 punti.
Al rientro dall’intervallo lungo, però, entra in campo un’altra Next. Gandini manda in campo un quintetto inedito composto da Ferguson, Thomas, Fallucca, capitan Poletti e La Torre. Proprio quest’ultimo, con tre tiri dalla lunga distanza, e una ritrovata intensità difensiva fanno sì che il Toro si riporti sotto, fino ad arrivare a sole quattro lunghezze da Scafati a pochi minuti dal termine. Purtroppo, però, nonostante l’enorme cuore messo in campo e complice anche l’infortunio occorso a Ennio Leonzio, i granata non riescono a completare quella che sarebbe stata una clamorosa rimonta, chiudendo il match con il punteggio di 72 a 80.


“Siamo stati poco lucidi nel secondo quarto – dichiara coach Gandini – quando abbiamo avuto un po’ di difficoltà in attacco e non siamo riusciti a rimanere solidi in difesa finendo così sotto di 15 all’intervallo. Poi, con una difesa tattica, siamo riusciti a rientrare. Tuttavia dobbiamo imparare ad essere solidi mentalmente quando le cose non ci vengono bene in attacco perché, se avessimo chiuso il secondo quarto sotto di sette/otto punti, probabilmente nel momento del recupero saremmo potuti essere appiccicati a Scafati o addirittura avanti”


“Siamo molto soddisfatti di quanto fatto vedere dai ragazzi in campo. Contro una squadra allestita per vincere il campionato come Scafati, siamo riusciti a tenerci aggrappati al match e, con un pizzico di fortuna in più e senza l’infortunio a Leonzio, l’esito sarebbe potuto anche essere diverso. Queste gare, per una neo promossa come noi, servono a darci esperienza. Grandi meriti a Scafati che ha fatto una grandissima partita, ma resta la buona prestazione della nostra squadra, spinta anche dal calore del nostro pubblico, sempre pronto a sostenerci. Ora si torna al lavoro in vista della trasferta di Ravenna, consapevoli di avere una squadra che non mancherà di darci emozioni e soddisfazioni in questo difficile campionato”, afferma Ivan Marra.


Next Nardò – Givova Scafati 72-80 (20-19, 13-29, 16-14, 23-18)


Next Nardò: Quintrell Thomas 16 (7/11, 0/2), Mitchell Poletti 15 (4/10, 0/6), Jazzmarr Ferguson 14 (0/3, 4/9), Matteo Fallucca 12 (0/1, 4/9), Andrea La torre 11 (1/2, 3/3), Mihajlo Jerkovic 3 (0/0, 1/1), Federico Burini 1 (0/1, 0/1), Ennio Leonzio 0 (0/1, 0/1), Antony Tyrtyshnik 0 (0/0, 0/0), Samuele Baccassino 0 (0/0, 0/0), Dimitrije Jankovic 0 (0/0, 0/0), Jacopo Cavalera 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 12 / 13 – Rimbalzi: 33 10 + 23 (Quintrell Thomas 10) – Assist: 10 (Jazzmarr Ferguson, Federico Burini 3)

Givova Scafati: Rotnei Clarke 14 (1/1, 4/6), Valerio Cucci 13 (1/1, 3/8), Iris Ikangi 13 (4/6, 1/3), Lorenzo Ambrosin 13 (2/4, 2/5), Diego Monaldi 7 (1/5, 1/6), Quirino De laurentis 7 (2/2, 0/0), Riccardo Rossato 7 (2/4, 1/2), Edward Daniel 6 (3/3, 0/1), Matteo Parravicini 0 (0/0, 0/3), Davide Raucci 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 12 / 12 – Rimbalzi: 26 4 + 22 (Quirino De laurentis 6) – Assist: 20 (Diego Monaldi 4)