UN CANDIDATO SINDACO SENZA PROGRAMMA. L’INTERVENTO DI MAURIZIO LEUZZI

 UN CANDIDATO SINDACO SENZA PROGRAMMA. L’INTERVENTO DI MAURIZIO LEUZZI

Dal discorso di Mellone ai neritini: ”…non ci dilungheremo (siamo già al plurale maiestatis) in fantomatiche promesse o nella lettura di improbabili libri dei sogni…” (riferito al programma) …”

Ma come si fa a non preoccuparsi di questa deriva autoritaria!!! In pratica siamo al punto che questo sindaco si ricandida e chiede ai suoi elettori una delega in bianco, il voto come atto di fede. Come dire: non ho bisogno di programmi o di farvi promesse. Votatemi che poi ci penso io.

D’altra parte, il non aver presentato le linee programmatiche (unico sindaco nella storia del paese ad essersi sottratto a tale adempimento) gli ha già consentito in questi cinque anni di governare senza assumere impegni coi suoi elettori riguardo a ciò che avrebbe fatto. E quindi perché parlare oggi ai suoi elettori di un programma che dovrebbe poi rispettare, o fare altre promesse, specie dopo aver tradito i suoi stessi sostenitori su temi importanti come i reflui, la discarica, la riduzione della Tari, o dopo aver preso in giro un intero paese con quell’ “udite udite avremo un punto nascite”?

Ma ciò che colpisce ed inquieta è l’accondiscendenza e la complicità dei suoi fedelissimi, ai quali è ormai chiaro non interessa più neppure sapere se, e cosa, questo sindaco ha intenzione di fare per migliorare il futuro della nostra città, delle loro stesse famiglie e dei loro figli. A questi ultras della politica interessa soltanto che sia lui “l’uomo solo al comando” al quale affidare il paese senza condizioni, perchè capace di interpretare la loro insofferenza e persino la loro rabbia nei confronti dell’altra metà dei cittadini che sperano di vedere presto nuovamente “asfaltati”!!!

Credo sia davvero arrivato il momento, anche per i tanti neretini delusi dalla politica o per quelli appartenenti al partito del non voto, ma che hanno a cuore le sorti del nostro paese, di una loro convinta PARTECIPAZIONE per mettere fine a questo delirio collettivo.

Maurizio Leuzzi (Candidato al Consiglio comunale per Carlo Falangone Sindaco)

Correlati