FALANGONE: “CITTÀ FRENATA DA CHI PENSA SOLO AL POTERE. SERVE UNA SVOLTA”

 FALANGONE: “CITTÀ FRENATA DA CHI PENSA SOLO AL POTERE. SERVE UNA SVOLTA”
Stefania
Piccione
Mov5
leuzzi

La coalizione di centrosinistra a supporto di Carlo Falangone procede spedita con la scrittura partecipata del programma elettorale. In questi giorni, da martedì scorso a sabato 28 agosto, si stanno svolgendo gli incontri aperti alla cittadinanza nel comitato elettorale di Via Duca degli Abruzzi n.56.

“Mentre altri pensano alla propaganda, noi stiamo lavorando pancia a terra sul nostro programma. Vogliamo finalmente liberare la nostra città dal clima di perenne campagna elettorale e iniziare a parlare di progetti concreti, di proposte reali per risolvere i problemi della gente. In questi giorni stiamo ascoltando tante persone, tante esperienze e idee che saranno protagoniste del nostro programma” commenta Falangone.

Cinque incontri per cinque tematiche principali: lavoro e formazione, sociale e servizi pubblici, ambiente e salute, sviluppo urbano e crescita sostenibile, turismo e cultura. Ogni incontro si svolge dalle 18:00 ed ha visto ad oggi la partecipazione numerosa di giovani e professionisti.

“Stiamo scrivendo una visione nuova, condivisa e partecipata. Una visione che in questi anni è mancata, perché si è proceduto a tentoni senza alcuna programmazione. In questi cinque anni la nostra città è stata frenata da chi ha pensato solo al potere. Serve una svolta, per far crescere Nardò come merita. Siamo la prima città della provincia dopo il capoluogo e abbiamo passato gli ultimi anni circondati da megamanifesti e propaganda sui social. Basta pensare alle elezioni, preferiamo costruire una città migliore per le prossime generazioni” conclude.

Correlati