NARDÒ, AL DI LÀ DEI PROCLAMI IL PUG È NEL CASSETTO. “MELLONE E TOLLEMETO DICANO SE USERANNO I FONDI DEL GOVERNO”

 NARDÒ, AL DI LÀ DEI PROCLAMI IL PUG È NEL CASSETTO. “MELLONE E TOLLEMETO DICANO SE USERANNO I FONDI DEL GOVERNO”

È notizia di pochi giorni fa lo sblocco da parte del Governo di ben 8 miliardi di euro di fondi per i progetti di rigenerazione urbana dei comuni. Fino a 5 milioni di euro possono accaparrarsi i comuni tra i 15mila e i 50mila abitanti per realizzare opere pubbliche e completare le incompiute: denaro che farebbe comodo alla nostra città, che tra l’altro non ha ancora avviato veramente la programmazione del piano urbanistico generale, e a quattro anni e mezzo dall’insediamento dell’Amministrazione ciò che risulta predisposto è ancora quanto proposto dalla precedente Giunta.

Quali sono le intenzioni di questa Amministrazione sul Pug? Il sindaco Mellone ha intenzione di usufruire di questi fondi, per i quali (ricordiamo) bisogna predisporre i progetti entro 90 giorni? Ci sembra legittimo che la città se lo chieda, visto che all’inizio dell’anno con i soliti toni roboanti l’assessore Tollemeto lanciava una fantomatica “scrittura partecipata” attraverso la piattaforma PensaPug. Operazione che in tanti hanno giustamente letto come semplicemente pubblicitaria, una “pezza a colore” per un tema completamente dimenticato durante gli anni dell’amministrazione Mellone che, invece, si è impegnata nella realizzazione di opere singole, dinamica che tra l’altro gli interessati ammettono candidamente: aver dato precedenza ad interventi che interessassero un cambiamento fisico del territorio, quindi di fatto non inserite in una programmazione d’insieme.

Sindaco, assessore all’urbanistica, come procede la fase “partecipata” sul sito del Comune? I cittadini sappiano che la consultazione con la popolazione è un passaggio obbligato per la realizzazione del Piano Urbanistico Generale, che appunto deve essere costruito insieme a chi vive la città nella direzione di una visione comune (e strategica) del nostro futuro. Questa Amministrazione vuole operare dopo aver già seriamente manomesso il volto della città con varianti al Piano Regolatore vigente di dubbia regolarità? Che valore ha questa finta consultazione, di difficile accesso per i neretini? Chi sospettava fosse solo un proclama probabilmente aveva ragione: dopo l’annuncio di gennaio scorso, del Pug di Tollemeto non c’è più traccia! Sindaco Mellone, assessore Tollemeto, siate più chiari e uscite allo scoperto!

Pierpaolo Losavio – Candidato Sindaco a Nardò

Slider

Correlati

Grande o piccolo, ogni contributo è prezioso.

X