Parte il percorso di concertazione e progettazione partecipata per la programmazione del Piano Sociale di Zona 2018/2020 (annualità 2020) dell’Ambito Territoriale Sociale n. 3. Si è svolto nei giorni scorsi, infatti, il tavolo di concertazione, presieduto dal presidente del Coordinamento Istituzionale e assessore ai Servizi Sociali del Comune di Nardò Maria Grazia Sodero, che ha illustrato i servizi e gli interventi realizzati e da realizzare anche nella annualità 2020, tra i quali i servizi Adi/Sad, integrazione scolastica, educativa domiciliare, centro per la famiglia, centro antiviolenza, alloggio sociale per adulti in difficoltà. Alla sessione plenaria, che si è tenuta nella sala “Lorenzo Capone” nella sede dell’Ambito, in via Falcone, hanno fatto seguito i tavoli divisi per area tematica socio-educativa, socio-sanitaria e socio-assistenziale.

Il sistema regionale di welfare si configura come un sistema di responsabilità condivise, che necessita dell’intervento coordinato dei diversi attori istituzionali e sociali presenti sul territorio per esprimere in modo efficace le capacità di risposta alla domanda di servizi dei cittadini. Attraverso il confronto e la collaborazione attiva tra attori pubblici e privati, parti sociali e cittadini sono stati evidenziati punti di forza e criticità e accolte le varie proposte dei partecipanti.

“La collaborazione tra attori pubblici e privati, cittadini, famiglie, organizzazioni private profit e no profit e parti sociali – spiega Maria Grazia Soderocontribuisce anche per questa annualità alla programmazione del Piano Sociale, con la messa in rete di energie, competenze e risorse per continuare a promuovere opportunità e benessere sociale. Mettiamo a confronto il patrimonio di conoscenze, esperienze sul campo, lavoro svolto e bisogni che ha il Coordinamento Istituzionale con quanto è nella disponibilità dei vari attori sociali, in termini di necessità, vecchie e nuove, di criticità, di buone prassi e anche di idee nuove da mettere a frutto. Il Piano risponderà ai bisogni di benessere sociale di un territorio complesso come quello dell’Ambito n. 3”.

La funzione dell’Ambito Territoriale è quella di definire un nuovo sistema delle politiche sociali, nonché di pianificare obiettivi strategici, priorità di intervento, modalità organizzative, risorse finanziarie e professionali, modalità di partecipazione dei cittadini alla programmazione dei servizi sociali integrati, nella direzione di un sistema incentrato sulla condivisione di responsabilità tra i diversi attori e stakeholders istituzionali e sulla rinnovata centralità della comunità locale. L’Ambito Territoriale Sociale n. 3 comprende sei comuni (Nardò, Copertino, Galatone, Leverano, Porto Cesareo e Seclì) per una popolazione complessiva di circa 93 mila abitanti. I sei Comuni sono rappresentati in seno all’Ambito dagli assessori Maria Grazia Sodero per Nardò, Silvia Tarantino per Porto Cesareo, Ines Cagnazzo per Leverano, Concettina Bongiorno per Seclì, Caterina Dorato per Galatone e Pierluigi Nestola per Copertino.