Chiarimento in merito alla notizia di accoglienza migranti in quarantena fiduciaria presso Oasi Tabor.
In merito alle notizie che sono tornate a circolare nelle ultime ore, a proposito di una convenzione tra la struttura “Oasi Tabor” e la Prefettura per l’accoglienza di migranti in quarantena fiduciaria, ci preme informare che nulla è stato definito in proposito.
Tutto ciò che in queste settimane di emergenza mondiale è stato oggetto di analisi, è stato analizzato, assieme a noi, dagli Enti competenti e titolati a farlo. A seguito di questi incontri, tuttavia, non si è giunti alla firma della citata Convenzione.
Non é il caso di chiedere chiarimenti o invocare interventi da parte delle istituzioni sulla base di notizie ormai passate e irrealizzate.
Certamente, quest’anno, sono evidenti le difficoltà che tutte le attività commerciali o lavorative stanno vivendo, ma ci adopereremo per riprendere l’attività nel rispetto della sanificazione richiesta, del distanziamento e di ogni altra procedura sanitaria indicata.
Nonostante tutto insomma, assieme agli altri operatori del settore, l’Oasi Tabor vivrà la sua stagione turistica e di contenitore culturale come gli ultimi anni, affrontando questa “indimenticabile” estate 2020.
Per farcela, oggi più di ieri, speriamo e contiamo sull’affetto e sul sostegno di tutti, anche di coloro che pubblicamente e con comunicati stampa hanno augurato il classico proseguo delle attività della nostra struttura.
Grazie e buona ripresa a tutti.

La Direzione Oasi Tabor