Il segretario cittadino del Pd Salvatore Falconieri sui dispositivi fatti arrivare dalla Regione: “Dev’essere il Centro Operativo Comunale a distribuirle, non le attività commerciali”. Al suo fianco il consigliere regionale dem Sergio Blasi

Mascherine inviate ai Comuni dalla Regione Puglia e consegnate dai supermercati anziché, correttamente, dai Centro Operativi Comunali e dalla Protezione Civile. «È l’ennesimo cortocircuito amministrativo del sindaco Mellone – attacca il segretario cittadino del Partito Democratico, l’avvocato Salvatore Falconieri – che modifica a suo piacimento un’importante e necessaria misura regionale». Nei giorni scorsi il governatore Michele Emiliano ha annunciato la distribuzione in Puglia di un milione e mezzo di mascherine per uso civile da destinare gratuitamente ai cittadini meno abbienti, con consegna coordinata dai Centri Operativi Comunali. Nella mattinata del 6 maggio 12mila dispositivi sono così giunti a Nardò. «Il sindaco – prosegue Falconieri – prova via social persino a intestarsi i meriti di tale operazione. E fin qui, niente di nuovo. Ma, cosa più grave, ha distribuito tali dispositivi a una ventina di supermercati e negozi della città anziché agli organi comunali preposti, dichiarando che ogni cliente alla cassa potrà ricevere gratuitamente le mascherine. La decisione di Mellone di far distribuire ai supermercati i dispositivi di protezione è in palese contrasto con le indicazioni regionali e bypassa in un colpo solo Protezione Civile, Servizi Sociali e organismi preposti. L’equivoco “pericoloso” che scelte simili stanno innescando è il seguente: ho diritto alla mascherina gratuita solo se faccio la spesa in questi supermercati? Naturalmente non è così – rimarca il segretario cittadino del Pd – e non è affatto questa la modalità di consegna indicata dalla Regione. È Mellone, semmai, che con un colpo di bacchetta magica ha trasformato il “cittadino” in “cliente”. La conferma – conclude Falconieri – mi arriva in queste ore anche dal consigliere regionale del Partito Democratico Sergio Blasi, il quale conferma la maldestra iniziativa intrapresa da Mellone e ricorda ai neretini e ai pugliesi che la distribuzione dei dispositivi dev’essere curata esclusivamente dai Centri Operativi Comunali, in sinergia con Servizi Sociali dei Comuni e Protezione Civile».

 

Salvatore Falconieri

Segretario Cittadino Partito Democratico Nardò