VERSO LA FASE 2, LE NOVITÀ IN PUGLIA

 VERSO LA FASE 2, LE NOVITÀ IN PUGLIA

Il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano ha emanato oggi un’ordinanza (n. 214) in vista dell’avvio della cosiddetta “Fase 2” dell’emergenza sanitaria prevedendo la ripartenza di alcune attività a partire da domani. Vediamo nel dettaglio i punti del provvedimento, che valgono tutti sino al 17 maggio.

È consentita la ristorazione con asporto da parte degli esercizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie), con l’obbligo di rispettare la distanza di sicurezza interpersonale di un metro, il divieto di consumare i prodotti all’interno dei locali e il divieto di sostare nelle immediate vicinanze degli stessi.

È consentita (a determinate condizioni) l’attività da parte degli esercizi di toelettatura degli animali.

È ammesso (a determinate condizioni) lo spostamento all’interno del proprio comune o verso altro comune per lo svolgimento in forma amatoriale di attività di pesca.

È consentito lo spostamento individuale per raggiungere le imbarcazioni da diporto di proprietà, per lo svolgimento delle attività di manutenzione e riparazione da parte del proprietario o del marinaio con regolare contratto di lavoro, nel rispetto delle norme di sicurezza relative al contenimento del contagio da Covid-19, per non più di una volta al giorno.

È consentita (a determinate condizioni) l’apertura dei cimiteri. Si ricorda che sul territorio del comune di Nardò vale però l’ordinanza sindacale che stabilisce la chiusura del cimitero sino a domenica 3 maggio (incluso), per cui il cimitero a Nardò riapre lunedì 4 maggio.

È consentito lo spostamento individuale per raggiungere le abitazioni diverse da quella principale, comprese le seconde case per vacanza, per lo svolgimento delle attività di manutenzione e riparazione necessarie per la tutela delle condizioni di sicurezza e conservazione dei beni.

A partire da lunedì 4 maggio, in coerenza con il DPCM del 26 aprile (che “in ogni caso” consente “il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza”), a tutti i soggetti provenienti dalle altre regioni è fatto obbligo di rispettare il periodo di permanenza domiciliare e le altre prescrizioni del caso.

Il testo integrale dell’ordinanza è disponibile al link https://bit.ly/3bNsAOH.

Slider
Slider

Correlati